20 agosto 2019
Aggiornato 12:30
Musica novità

Biagio Antonacci, il nuovo greatest hits «Biagio»

Una raccolta pubblicato così, di pancia, per la voglia di condividere con i fan gioie vecchie e nuove

MILANO - Biagio Antonacci sera sarà all’Alcatraz. Il cantautore milanese lancia una nuova antologia intitolata «Biagio», tre cd con cinquantaquattro canzoni di cui quattro inedite, le riletture di Liberatemi con i Negramaro e di Se io se le. «Non c’è un motivo particolare per pubblicare un greatest hits - spiega il cantautore - Ero in studio per il mio album nuovo e avevo per le mani belle novità come una canzone scritta da Battiato, Liberatemi, un paio d’altri pezzi scritti velocemente. Perché non pubblicarli adesso? È un modo per far vedere che ci siamo, che siamo sul pezzo, che pensiamo scriviamo cantiamo anche quando la gente non se l’aspetta. Guardare al passato, fotografarlo, prima di fare un album nuovo è fantastico».

L'album e il primo singolo 
«Biagio» uscirà in 3 album con 48 successi, 4 brani inediti e 2 nuove versioni. E nella Deluxe Edition in esclusiva il libro di poesie e disegni creati da Biagio appositamente per questa raccolta. Scritto da Biagio Antonacci e prodotto da Michele Canova, Ci stai è il primo inedito che apre la raccolta, un’intensa ballata pop-rock che racconta le dinamiche di un rapporto, di qualsiasi natura esso sia, che si muove nella speranza di recuperare gli errori commessi. Il brano è in rotazione radiofonica dallo scorso 23 ottobre ed è accompagnato da un videoclip diretto da Federico Zampaglione dei Tiromancino, che appena una settimana fa si è aggiudicato i premi «Miglior regista» e «Miglior video» in occasione della tredicesima edizione della rassegna «Roma Videoclip».

Gli altri inediti
La traccia successiva è Cortocircuito, il secondo inedito scritto da Biagio Antonacci e prodotto da Michele Canova. Un brano funky-dance anni ottanta con sonorità moderne, che raccoglie vari stili musicali, come spesso accade in molte produzioni del cantautore che ama mettersi in discussione con generi e riferimenti musicali, solo all’apparenza, distanti dal suo mondo. Aria di cambiamente è invece stato scritto e composto appositamente per Biagio Antonacci da Franco Battiato e Juri Camisasca. Antonacci, che raramente appare in una pura veste di esecutore, si cimenta, pienamente a suo agio, in questa interpretazione che racconta il valore del cambiamento nella vita di ogni uomo. Nel brano è presente la suggestiva ed intensa partecipazione di Franco Battiato, da sempre un riferimento musicale importante nella crescita artistica del cantautore. L’ultimo degli inediti è Mio mondo, scritto sempre da Biagio Antonacci prodotto sempre da Michele Canova, un brano ritmico dalle sonorità country/rock, con un testo non sense che racconta un mondo visto dagli occhi di un bambino che rielabora la realtà circostante portandola in un mondo proprio, dove le regole ed il normale incalzare della vita seguono un andamento bizzarro che poco ha a che vedere con la realtà di un adulto.