12 novembre 2019
Aggiornato 22:30
L'annuncio

Palinsesti Mediaset, il colpo grosso è il cartoon di Celentano

Presentati i palinsesti 2015/16. Piatti forti la novità del Molleggiato e l'esclusiva assoluta per il grande calcio con Premium. Arrivano poi una fiction con Gianni Morandi, un doppio Grande Fratello, tante conferme e qualche escluso

MILANO - Non solo calcio. Accanto a tutte le partite di Champions League e ai migliori match della Serie A che saranno trasmessi in esclusiva di Premium, c'è spazio anche per una «ciliegina sulla torta» nella prossima stagione di Mediaset il ritorno di Adriano Celentano sul piccolo schermo. Lo ha annunciato il vicepresidente del gruppo, Pier Silvio Berlusconi, durante la presentazione dei palinsesti autunnali del Biscione.
«Parliamo - ha rivelato - del cartone di Adrian. Non sarà un singolo evento, ma una storia da raccontare». Previste dunque diverse puntate dedicate alla vita e alla carriera del «molleggiato» più famoso d'Italia. «E' un orgoglio per noi - ha detto ancora Pier Silvio Berlusconi - perchè questo è un progetto a cui lui ha lavorato tanto e che senza Mediaset sarebbe rimasto inedito». Nessun indicazione sul valore economico dell'operazione: «Con Adriano - ha detto Pier Silvio Berlusconi a questo proposito - ci siamo trovati e le questioni economiche passano in secondo piano. Si è parlato di 14 milioni di euro? Posso solo dire che si tratta di una cifra molto inferiore».

Fiction con Morandi e «docu-reality» sul rapper Fedez
Altra novità della prossima stagione Mediaset, una fiction che vedrà Gianni Morandi come protagonista, un «docu-reality» sul rapper Fedez, il nuovo programma condotto da Gerry Scotti «Master of Magic» che vedrà i più prestigiosi illusionisti sfidarsi a colpi di bacchetta magica, e il ritorno del Grande Fratello che però si sdoppia: dopo l'edizione «tradizionale», in onda in autunno con la conduzione di Alessia Marcuzzi, ce ne sarà una «vip», non è ancora chiaro se a primavera o ad autunno 2016.

Gli esclusi
Nessuno spazio, almeno per il momento, per Zelig («ci siamo detti che era meglio prendere un anno di pausa», ha spiegato Pier Silvio Berlusconi) e per Piero Chiambretti («per ora è sospeso, ma stiamo valutando alcuni progetti»).

Difficile crescere quando sei già leader
«Mediaset offre contenuti impareggiabili, siamo una vera industria di contenuti», ha commentato Pier Silvio Berlusconi snocciolando i numeri relativi ai primi mesi dell'anno: «Nel 2015 abbiamo registrato uno share medio del 38% sulla fascia prime time, contro il 34% della Rai. Gli ascolti delle reti Mediaset sono in crescita del 3,1%, con Canale 5 che fa registrare un +8% contro il calo dello 0,4% di Rai 1. I video Mediaset sul web hanno fatto segnare un incremento di 5 volte in 2 anni, oggi siamo a 4,7 milioni di visitatori medi al giorno». Cifre che spingono il vicepresidente del Biscione ad affermare: «E' difficile crescere quando si è già leader».