10 dicembre 2019
Aggiornato 06:30
I dati

Cultura, nei musei boom di visitatori. Volano Torino e Mantova

Nel 2014 i visitatori nei circa 430 luoghi della cultura statali sono stati il 6,2% in più rispetto al 2013, un dato incoraggiante su cui investire. La capitale sabauda e la città dei Gonzaga i modelli sa seguire

ROMA - La cultura fa bene allo spirito, e anche alle tasche. Buone le performance del nostro impianto museale, anzi ottime. Nel 2014 i visitatori nei circa 430 luoghi della cultura statali – musei e aree archeologiche – sono stati oltre 40 milioni, il 6,2% in più rispetto al 2013, con un incremento di introiti pari a un +7%. I dati sono stati resi noti dal ministro Dario Franceschini nel corso della presentazione del bando internazionale per i direttori dei principali musei italiani, che si è svolta oggi nella sede della stampa estera a Roma.

I NUOVI GRANDI - Saltano subito all'occhio il Palazzo Ducale di Mantova e il nuovissimo Polo Reale di Torino, che hanno rispettivamente registrato un +26,3% +21% di visitatori. Un boom, letteralmente, legato nel caso di Mantova soprattutto alle riaperture di parte delle sale al termine dei lavori di restauro eseguiti dopo i danni del sisma del 2012, e nel caso di Torino a un eccellente lavoro della giunta Fassino che sta puntando tutto sulla nuova (e bellissima) veste culturale della città: insomma, addio cara vecchia capitale dell'automobile, il gioiello sabaudo ora torna a splendere, ed è inaspettatamente bello come non mai.

SUL PODIO - I primi 30 luoghi statali della cultura italiani pesano per circa la metà del totale. Sul podio, tra i più visti, ci sono sempre loro: Colosseo (oltre 6 milioni di presenze), Pompei (circa 2 milioni e mezzo) e gli Uffizi (quasi 2 milioni). Bene anche il Museo Nazionale Romano, gli scavi di Ostia Antica, il Museo nazionale archeologico di Napoli, il circuito museale di Firenze e Villa Adriana a Tivoli. Franceschini ha sottolineato la capillarità del nostro sistema museale, ben diverso ad esempio da quello francese, in cui una gran parte dei luoghi culturali è concentrata nella capitale: «Gli oltre 4 mila musei tra statali, comunali e privati costituiscono la forza del nostro sistema, e noi vogliamo valorizzare questa forza attraendo turisti stranieri.