24 febbraio 2021
Aggiornato 20:30
Moda & Beneficenza

Byblos per UNICEF: nascono le «Cyborgsweater»

Dalla sinergia tra Byblos e UNICEF nasce una capsule collection di felpe in neoprene ispirate alle viste satellitari del nostro pianeta con un'anima rock. Il 100% del ricavato delle vendite andrà alle attività per i diritti dei bambini di tutto il mondo

MILANO - Quando la moda si unisce ad iniziative benefiche non possono che nascere delle belle sinergie. E' il caso di Byblos e del suo art director Manuel Facchini, che ha creato per UNICEF una capsule collection di felpe in neoprene. Il ricavato delle vendite andrà a consolidare l'impegno del Fondo delle Nazioni Unite per l'Infanzia per i diritti dei minori di tutto il mondo.

ANIMA ROCK E STAMPE INTERSTELLARI - L'anima rock e le stampe che ricordano le immagini realizzate dai satelliti, soprattutto quelle delle montagne rocciose, sono le caratteristiche fondamentali del mood di questa limited edition, in cui possiamo facilmente riconoscere la volontà di contrapporre le uniformi e serene viste dall'alto con le reali diversità e anomalie che caratterizzano il nostro pianeta visto da vicino. Sideralità, uguaglianza e incontaminazione sono i concetti che indosserete acquistando una di queste felpe, disponibili in tutte le boutique Byblos Milano e nello shop online www.byblos.it nelle versioni nero, blu e rosso. Il 100% del ricavato sarà devoluto alla protezione dei bambini nel mondo.

SE LA MODA FA DEL BENE - L'UNICEF opera in 156 paesi in via di sviluppo con programmi di assistenza e in 36 paesi industrializzati attraverso i suoi Comitati Nazionali ed è Premio Nobel per la pace. Il Comitato Italiano per l’UNICEF non riceve fondi dall’ONU né dal Governo. Tutte le risorse provengono da donazioni volontarie di cittadini, aziende, scuole o associazioni. Un bell'esempio di come da un mondo molto spesso giudicato per la sua superficialità possano nascere collaborazioni che fanno del bene.