20 ottobre 2020
Aggiornato 07:00
Beauty

Alma Jodorowsky per Lancôme: la giovane parigina che seduce

Tutta l'eleganza e la freschezza della bellissima modella e attrice francese per la maison parigina. Nipote e figlia d'arte, reinventa la moda senza stravaganza, con uno style semplice e unico

PARIGI - Bellissima, sensuale, sguardo aperto sul mondo. Alma Jodorowsky è il nuovo volto di Lancôme. La giovane modella parigina classe '91 non solo sprigiona charme da tutte le parti, ma vanta anche un background invidiabile. Nipote dell'artista cileno di origine ebraiche-ucraine Alejandro Jodorowsky, naturalizzato francese, e figlia di Brontis, attore di cinema e teatro, Alma è cresciuta respirando arte. «Alma è la giovane parigina in tutto il suo splendore, freschezza e modernità. Un modo molto personale di reinventare l’idea dell’eleganza, senza stravaganza, con il senso del dettaglio e dello style semplice e unico», spiega Françoise Lehmann, Direttore Generale Lancôme Internazionale. «Ha un senso di naturalezza innata priva di arroganza, una forza tranquilla che le permette di vivere la propria vita senza complessi e con una grande curiosità. Un’intelligenza vitale».

SPIRITO ROCK E BOHÉMIEN - Dal nonno ha ereditato quella vena bohémien che tanto piace: lui, regista e scrittore di fumetti, trasgressore nato e una passione incontrollata per la sperimentazione, le ha trasmesso tutto il suo spirito naif. Ma in lei batte anche un cuore rockettaro: nei ritagli di tempo si diverte anche a prestare la sua voce al gruppo «Burning Peacoks» fondato assieme a David Baudart. Dopo una prima apparizione in tv a soli 15 anni, Alma ha studiato recitazione in Francia e a New York. In Italia l'abbiamo vista – bravissima – in «La vita di Adele» di Abdekkatif Kechiche insieme a Léa Seydoux e Adèle Exarchopoulos. Poi è volata a Londra, dove ha ottenuto il ruolo principale in "Kids in love" di Chirs Foggin, omaggio alla gioventù, assieme a Cara Delevigne e Will Poulter.

UN PEZZO DI CULTURA FRANCESE - «È molto sorprendente e commovente diventare ambasciatrice di un brand come Lancôme, che rappresenta per me un pezzo di cultura francese e che conosco da piccola – ha commentato –. La cosa ancora più commovente è quando penso a tutte le donne che l’hanno incarnata prima di me e che l’incarnano ancora oggi. Delle donne che ammiro, che mi ispirano. Per me è un immenso piacere, ma anche una responsabilità, quella di partecipare alla scrittura delle nuove pagine della storia Lancôme, che da anni emoziona milioni di donne in tutto il mondo».