19 novembre 2019
Aggiornato 06:30
Il ritorno

Harry Potter, 7 anni dopo: la Rowling sorprende i fan

La scrittrice britannica ha scritto un nuovo racconto sul maghetto più famoso al mondo. Lo ritroviamo adulto, brizzolato e con una misteriosa cicatrice...

LONDRA - Harry, che ti è successo? Dopo ben sette anni ritroviamo il maghetto più famoso al mondo, Harry Potter, con tanto di capelli brizzolati, qualche ruga e persino una vistosa cicatrice sullo zigomo destro. A 34 anni, Harry e compagni rientrano in scena, a sorpresa, niente meno che per la Coppa del mondo di Quidditch, l’immaginario gioco magico con la palla a cavallo di manici di scopa volanti. Con questa mossa J.K. Rowling ha sorpreso tutti: con una storia di appena 1.500 parole, pubblicata martedì scorso su Pottermore.com, social network dedicato all’universo magico di Potter & co., la scrittrice ha riportato i "suoi" ragazzi a Poudlard, dove vengono accolti come delle vere e proprie star in occasione del Torneo mondiale di Quidditch.

TUTTI RIUNITI PER LA FINALE DI QUIDDITCH - Nel pezzo, che la Rowling fa firmare ad uno dei personaggi della saga di Howgarts, la giornalista d’assalto Rita Skeeter della «Gazzetta del Profeta», i personaggi sono diventati adulti. La storia fa parte di una serie di episodi intitolati "La Coppa del Mondo di Quidditch 2014". Harry, con i suoi tipici occhialini tondi («più adatti al look di un 12enne», dice Skeeter) è seduto nella tribuna vip per assistere alla finale. Con lui gli amici di sempre, Ron ed Hermione. Quest'ultima, «la femme fatale» del gruppo, come scrive Skeeter, è diventata mamma di due bimbi e sta facendo carriera al Ministero della Magia. Ron, anche lui un po' provato dal tempo che scorre, gestisce invece l’Emporio di Scherzi Weasleys insieme al fratello.

LA SAGA RITORNA? Insomma, un ritorno della saga da 450 milioni di copie vendute (e oltre 7 miliardi di dollari di incasso al cinema)? Il portavoce della scrittrice britannica smentisce. Per ora si sa solo che l’ultimo capitolo di questa mini-serie sarà pubblicato l'11 luglio e vedrà Ginny Potter coprire la finale di coppa tra Brasile e Bulgaria a due giorni di distanza dalla conclusione del Mondiale vero, quello di calcio di Brasile 2014.