13 novembre 2019
Aggiornato 02:30
Lo scandalo delle foto «rubate»

Closer e il topless di Kate, minacce di morte alla direttrice

Laurence Pieau, direttrice di «Closer», il settimanale francese che ha pubblicato per primo le fotografie in topless di Kate Middleton, si è rivolta oggi alla polizia dopo aver ricevuto delle minacce di morte via email: «Punteremo su di te qualcosa di più potente di un teleobiettivo»

PARIGI - Laurence Pieau, direttrice di «Closer», il settimanale francese che ha pubblicato per primo le fotografie in topless di Kate Middleton, si è rivolta oggi alla polizia dopo aver ricevuto delle minacce di morte via email. Lo si è appreso dalla redazione del giornale che ha confermato una notizia apparsa sul settimanale le Point.

MINACCE DI MORTE - «Abbiamo ricevuto più di 300 email piene di insulti di cui alcune contenevano minacce di morte. Abbiamo fatto una segnalazione alla polizia senza sporgere denuncia. La vicenda ha preso una piega assolutamente esagerata», ha dichiarato la redazione di Closer.
Fra le 14 email indirizzate a Laurence Pieau, ritenute le più violente e consegnate pertanto alla polizia, una avverte che «non sarà mai tranquilla». «Invece degli obiettivi, punteremo su di te qualcosa di un po' più potente», si leggeva su un altra email.

RESTITUITI I FILES - Il settimanale Closer ha restituito tutti i files contenenti gli scatti della discordia a seguito di una decisione del tribunale di Nanterre, presso il quale la coppia reale aveva presentato un'ingiunzione.