17 luglio 2019
Aggiornato 02:00
Cinema | Giffoni Film Festival

Nicolas Cage: Giffoni vale più di un premio Oscar

La star al Giffoni: Non so ancora se poi interpreterò Thomas Edison nel film su Nikola Tesla, mi piacerebbe fare tutti quei film che leggo sui giornali. La verità è che non ho deciso, non ho progetti di produzione e regia, vorrei concentrarmi di nuovo sulla mia carriera di attore, vorrei tornare a fare un film indipendente, tornare alle origini

MILANO - «Non ho mai evaso le tasse, altrimenti sarei in galera». Un lapidario Nicolas Cage liquida con una battuta l'insidiosa domanda di un giornalista riguardo i suoi problemi col fisco. L'attore americano, presente al Giffoni Film Festival con il cugino regista, ha così messo a tacere i velenosi rumors e si è concentrato sulla manifestazione, il più importante Festival mondiale di cinema per ragazzi.

GIFFONI VALE PIÙ DI UN OSCAR - «L'Oscar del '96? Per me i premi non contano molto - ha affermato Cage -, non li prendo troppo sul serio. Prendo sul serio altre cose, il Festival di Giffoni, per esempio, che vale più di un premio». Continua l'attore: «Qui i ragazzi arrivano da tutti i Paesi, una filosofia eccezionale. Ci insegna che siamo tutti un'unica cosa - ha aggiunto Cage -, siamo esseri umani con le stesse emozioni. Dobbiamo far sì che i ragazzi imparino ad amarsi gli uni con gli altri prima che diventino adulti e si odino a vicenda».

VORREI FARE UN FILM INDIPENDENTE - La star statunitense ha parlato poi del suo futuro. Prossimamente uscirà «The Frozen Ground», in cui Nicolas recita la parte di un poliziotto, con John Cusack nei panni di un serial killer. «Non so ancora se poi interpreterò Thomas Edison nel film su Nikola Tesla - ha rivelato Cage -, mi piacerebbe fare tutti quei film che leggo sui giornali. La verità è che non ho deciso, non ho progetti di produzione e regia, vorrei concentrarmi di nuovo sulla mia carriera di attore, vorrei tornare a fare un film indipendente, tornare alle origini».

CONSIGLI - Infine un consiglio ai giovani cineasti: «Volete fare cinema? Fatelo! E' un sogno e bisogna portarlo avanti - ha affermato l'attore 48enne -. Nella vita ci saranno sempre persone che proveranno a metterti in cattiva luce e a scoraggiarti, ma bisogna essere più forti di loro».