13 novembre 2019
Aggiornato 21:00
per giffoni film festival

Come partecipare alla call Giffoni Dream Team

In partnership con Optima Italia nel corso della 46esima edizione del Giffoni Film Festival (15-24 luglio 2016) i giovani selezionati svilupperanno idee e progetti innovativi per il mercato delle industrie creative e culturali con workshop e mentor d'eccellenza

SALERNO - Nuove idee per l’industria creativa e culturale: è questo l’obiettivo del Giffoni Dream Team, la community di giovani talenti che Giffoni Innovation Hub recluta per realizzare progetti di innovazione legati al mondo delle arti creative e culturali. Ed è a questo scopo che lancia la sua nuova call, dove la squadra di ragazzi selezionati sarà affiancata da mentor di eccellenza ed esperti di innovazione digitale e new media per partecipare a una sessione intensiva di ricerca e sviluppo tra workshop e laboratori operativi, nell'ambito della 46esima edizione del Giffoni Film Festival, in programma dal 15 al 24 luglio 2016 a Giffoni Valle Piana (SA).

Come partecipare alla call di Giffoni Dream Team
L’obiettivo di Giffoni Hub è di esplorare il potenziale di creatività e progettazione dei giovani per realizzare servizi e format inediti per il mondo dei bambini e dei teenager. La call di Giffoni Innovation Hub si rivolge ai talenti di età compresa tra 18 e 26 anni. I partecipanti devono aver maturato percorsi di studi o lavorativi attinenti a materie quali coding, development e web design, marketing, content, SEO, digital media, video, community building, event, startup, cultural management, data e sentimenti analysis, blogging, copywriting e connessi. Per partecipare alla call di Giffoni Dream Team è sufficiente registrarsi all’indirizzo dreamteam@giffonihub.com allegando curriculum, biografia e portfolio con link dei progetti realizzati. «Il mercato delle industrie creative e culturali in Europa genera un fatturato di 540 miliardi di euro e oltre 7 milioni di posti di lavoro: un settore in forte espansione, ricco di opportunità per chi riesce a coniugare creatività e innovazione, su cui Giffoni vuole investire - spiega Luca Tesauro, CEO di Giffoni Innovation Hub -. In tal senso, il Dream Team è una palestra per le abilità e le competenze dei giovani che si affacciano a questo mondo, fornendo un’esperienza unica e molte opportunità di crescita e di lavoro con le numerose realtà istituzionali e imprenditoriali che sono partner di Giffoni Hub».

(Credits photo courtesy of Giffoni Innovation Hub)

La partnership con Optima Italia
Giffoni Dream Team e Optima Italia, uniti da una comune visione strategica del futuro, hanno scelto di allearsi in questo progetto per creare nuove opportunità formative e lavorative, ma anche per generare e diffondere valore e cultura di impresa. In qualità di partner ufficiale, Optima Italia invierà a Giffoni gli studenti protagonisti di Optima Erasmus 2016, il primo #sociality per studenti Erasmus italiani e spagnoli che racconta sulla piattaforma optimaerasmus.com le loro storie di vita e di studio all’estero. Anche quest’anno per gli Optima Erasmus Students, Giffoni rappresenta un’ulteriore opportunità per vivere un’esperienza unica nel suo genere: partecipare al Dream Team per affinare il proprio talento, con il supporto di mentor e supervisori che li aiuteranno a comprendere come un’idea possa strutturarsi e diventare progetto di impresa. «Optima investe in cultura, formazione e talento - commenta Antonio Pirpan, Brand Manager di Optima Italia  - e la partnership con Giffoni si sposa in pieno con la nostra filosofia. In tutti i nostri progetti manifestiamo grande interesse per i giovani, un esempio è Optima Erasmus che offre a studenti in giro per l’Europa l’opportunità di crescere professionalmente e umanamente. Un’esperienza anche quest’anno valorizzata ulteriormente dalla partecipazione al Dream Team, dove questi ragazzi potranno confrontarsi con coetanei provenienti da varie parti del mondo e coltivare il proprio talento grazie alla supervisione di esperti dell’innovazione digitale. Due progetti vincenti che si incontrano generando una forza e un entusiasmo vitali per il futuro di questi giovani professionisti».