20 gennaio 2020
Aggiornato 08:00
TV | Il più grande spettacolo dopo il weekend

Chiusura con il botto per Fiorello

L'ultima puntata con Benigni supera i 13 milioni di telespettatori. Share al 50,23%. Lo show del comico toscano tra Berlusconi e Monti. Dg Rai: Fiorello torni presto, lo aspettiamo a braccia aperte. Sipra: per break Fiorello picchi 10 di milioni di spettatori

ROMA - Chiusura con il botto per Fiorello, la quarta e ultima puntata de il più grande spettacolo dopo il weekend ha fatto 13 milioni 401mila telespettatori, share al 50,23%. Il super-ospite Roberto Benigni non ha deluso le aspettative e ha iniziato il suo monologo parlando della crisi e del nuovo governo Monti, non trascurando però il bersaglio preferito della sua satira: Silvio Berlusconi.

Lo show di Benigni - «Le più belle dimissioni degli ultimi 150 anni. Silvio non c'è più, ma come ci ha fatti divertire in questi 18 anni» ha detto il premio Oscar. «Io, Silvio, ti voglio bene, e ti sarò fedele nei secoli come l'Arma dei carabinieri». Poi il comico toscano ha elogiato Fiorello, «Sei l'unico showman in Italia, a meno che non ti voglia dimettere anche tu» e ha ironizzato sui tagli previsti nella manovra, «c'era la partita della Roma e ho visto che erano rimasti in otto: accidenti, Monti esagera con i tagli, la serie A così diventa calcetto». Infine il duetto con il presentatore per «L'inno del corpo sciolto» e l'omaggio a Pertini: «Diceva: chi ha di più deve dare di più, e che i giovani non hanno bisogno di discorsi, ma di esempi di onestà». Anche il presentatore ha fatto ironia su Monti: «Non ci doveva andare da Vespa. Lo aveva già fatto qualcun altro. Ve lo ricordate? - ha detto Fiorello - andò da Vespa e fece un contratto con gli italiani. Ora lei, Monti, che farà? Il testamento?».

L'ultima puntata si è aperta con Jovanotti, poi Malika Ayane ha cantato Anche un uomo di Mina e Roberto Bolle ha incantato il pubblico con le sue danze sulle note di All by myself cantata da Fiorello. Alla fine è arrivato anche Pippo Baudo, pronto al grande ritorno in tv dopo il piccolo incidente di salute di qualche tempo fa. Un finale che, visto il successo, suona più come un arrivederci.

Dg Rai: Fiorello torni presto, lo aspettiamo a braccia aperte - «La leggerezza e l'intelligente ironia di Fiorello sono stati un grande regalo per la Rai e per il pubblico che l'ha seguito. A Fiorello dico: si riposi il giusto, ma ritorni presto. La Rai e gli spettatori lo aspettano a braccia aperte». Con queste parole il direttore generale della Rai, Lorenza Lei, ha salutato Fiorello e il suo più grande spettacolo degli ultimi anni.
«Abbiamo voluto fortemente - ha aggiunto - Fiorello di nuovo in Rai, sapevamo che sarebbe stato garanzia di una tv di qualità e che il pubblico avrebbe risposto numeroso, ma gli ascolti sono andati oltre ogni più rosea previsione: con il risultato di ieri, l'eccezionale 50,23%, il varietà di Fiorello entra, di diritto, nella storia della Rai. Ha vinto Fiorello. Ha vinto la Rai e, posso dire con orgoglio, ha vinto il servizio pubblico».

Sipra: per break Fiorello picchi 10 di milioni di spettatori - «La qualità dell'intrattenimento a 360 gradi offerto da Fiorello su Rai1 con 'Il più grande spettacolo dopo il weekend' premia anche la pubblicità. Lo straordinario successo di audience del programma, infatti, trova ampia conferma negli ascolti dei break pubblicitari delle quattro puntate, che hanno registrato una media superiore agli 8,9 milioni di telespettatori, con picchi che superano i 10 milioni». Lo comunica Sipra in una nota.
«Le telepromozioni dei tre sponsor Eni, Procter&Gamble per Ambipur e NGM, inoltre, hanno registrato un'audience media superiore ai 10,6 milioni di ascolto, con un picco di oltre 11,6 milioni. Ancora una volta il ritorno del mattatore siciliano sulla rete ammiraglia della Rai si è dimostrato un grandissimo evento della programmazione televisiva del servizio pubblico e una grande opportunità di comunicazione, riconfermando il ruolo insostituibile della TV generalista, capace di raccogliere intorno a sé un ampio pubblico e un diffuso consenso. Il gradimento degli investitori e dei telespettatori è un segnale molto positivo per Sipra e per Rai in vista della chiusura della stagione televisiva autunnale», conclude Sipra.