25 gennaio 2022
Aggiornato 09:30
Le nozze di Monaco

Alberto e Charlene convocano la stampa: Siamo indignati

Il Principe sovrano: «Diffondere voci false è passibile di sanzione»

MONACO - Appena rientrata dal viaggio di nozze, la coppia reale monegasca si è affrettata a convocare la stampa per esprimere la propria indignazione di fronte alle voci incontrollate che sono circolate prima e dopo le nozze.
«Vogliamo esprimere la nostra indignazione di fronte a questi pettegolezzi, è insopportabile», ha tuonato Alberto II, visibilmente irritato. «Ciò che dispiace - riporta oggi Le Nice Matin - è che i media si approprino di queste voci senza prima verificarle (...). Ho sempre difeso la libertà di espressione, ma la diffusione di informazioni false è disdicevole e passibile di sanzioni penali», ha concluso il sovrano monegasco.

Dalle voci di un terzo figlio illegittimo, a quelle sul soggiorno in stanze d'albergo separate durante la visita in Sudafrica, fino alle rivelazioni su un presunto patto prematrimoniale che garantisse un erede legittimo ad Alberto II e, solo dopo, la «libertà» per Charlene, la stampa scandalistica non ha risparmiato colpi alla famiglia Grimaldi. «Alle volte queste voci ci hanno anche fatto sorridere - ha continuato il principe sovrano, smorzando i toni - se abbiamo dormito in letti separati è perché c'erano dei motivi concreti ...». Resta da chiedersi: Quali?