26 gennaio 2022
Aggiornato 09:00
Le nozze di Monaco

Alberto e Charlene ricreano la «fiaba» di Monaco

I due hanno pronunciato il «sì» tenendosi mano nella mano. Nella chiesa di Santa Devota, lei non riesce a trattenere lacrime

MONACO - Alberto II di Monaco e Charlene Wittstock hanno pronunciato oggi il loro secondo «oui» nella corte d'onore del palazzo principesco, trasformata per la cerimonia religiosa in una sontuosa cattedrale all'aperto. Ieri la coppia si era sposata con rito civile nella sala del trono di Palazzo Grimaldi. I due hanno pronunciato il «sì» tenendosi mano nella mano, e subito dopo si sono scambiati gli anelli: Charlene ha infilato la fede al dito di Alberto e ha sorriso emozionata, mentre sullo sfondo cominciava a cantare la soprano americana Renée Fleming.

Poco prima della fine della cerimonia il principe ha baciato teneramente, anche se per un breve istante, la sposa, che si è lasciata andare a un'emozione vera ed è apparsa quasi commossa. Davanti ai circa 800 ospiti nella corte la neo principessa ha infine svelato il suo segreto meglio custodito: i dettagli del suo vestito Armani di seta bianca, impreziosito da ricami floreali. L'abito, di una linea semplice e dritta, riccamente ornato da 40.000 cristalli Swarovski e da 20.000 perline dai riflessi bianchi e oro, ha richiesto 2.500 ore di lavoro, ha fatto sapere il palazzo principesco. Cento ore di lavoro solo per realizzare i fini ricami dello strascico di tulle di seta lungo quattro metri.

Al termine della cerimonia, accompagnato dall'Orchestra Filarmonica di Monaco, il tenore italiano Andrea Bocelli ha cantato l'Ave Maria di Schubert. All'uscita da palazzo i due sovrani sono stati accolti da una pioggia di petali di rosa bianchi e sono saliti a bordo di una Lexus ibrida decappotabile per raggiungere la Chiesa di Santa Devota, patrona del principato, dove la neo-principessa di Monaco deporrà il suo bouquet come fece Grace Kelly 55 anni fa. Durante il percorso una folla festante ha salutato i novelli sposi. Nella chiesa, Charlene non ha saputo trattenere le lacrime e ha pianto commossa asciugandosi subito con un fazzolettino bianco.

Tra gli invitati nel cortile (4mila le persone sedute sulla Piazza antistante il Palazzo a seguire l'evento sui megaschermi), il principe Emanuele Filiberto di Savoia e la moglie Clotilde Courau, le sorelle di Alberto, Carolina con i figli - la bellissima Charlotte Casiraghi e i fratelli Pierre (con la fidanzata Beatrice Borromeo) e Andrea - Stephanie e i tre figli - Louis, Pauline e Camille - e lo stilista Karl Lagerfeld. Seduta nella corte anche Alexandra, quartogenita di Carolina, avuta dal matrimonio con il principe Ernesto di Hannover, che non è presente. Per l'Italia presenzia il ministro della Giustizia e neo-segretario del Pdl Angelino Alfano. Tra gli invitati vip anche molte teste coronate e il presidente francese Nicolas Sarkozy - senza la moglie Carla, in dolce attesa.