19 novembre 2019
Aggiornato 05:30

Cecchinelli al Diario Motori: «Cambieremo le regole sulle alette»

A margine della presentazione della nuova MotoE elettrica parla il direttore della tecnologia del Motomondiale, commentando le carene viste negli ultimi test

ROMACorrado Cecchinelli, tu che hai il ruolo di direttore della tecnologia in MotoGP, sei curioso di questa tecnologia elettrica della MotoE presentata oggi?
Certo che siamo curiosi. Non vediamo l'ora di vederla all'opera, anche se abbiamo avuto delle anticipazioni e quindi siamo fiduciosi che piacerà a noi e soprattutto alla gente.

Potremo mai vedere l'elettrico che soppianta il motore a scoppio?
Io penso che, specialmente in campo motociclistico, questo momento sia un po' lontano. Ma sicuramente è un settore in cui investigare: questo potrebbe avvenire, secondo me, in tempi medio-lunghi e quindi bisogna esserci e far parte del processo.

Parlando della MotoGP, invece, questi ultimi test sono stati all'insegna delle alette. Voi state seguendo la questione, hai visto qualcosa che potrebbe richiedere un giro di vite?
Sì, in effetti l'esperienza dell'anno scorso e quella dell'omologazione delle carene per il 2018 ci ha fatto pensare che il regolamento sia migliorabile, nel senso che si possa essere più chiari, ottenere risultati migliori e togliere un po' di soggettività al processo di approvazione. Quindi faremo al più presto una proposta in questo senso, per gli anni a venire, non certamente per questo, che studieremo insieme ai costruttori e passerà solo con il loro beneplacito.

Invece per il 2018 le carene che abbiamo visto nei test potranno teoricamente essere utilizzate anche in gara?
Quelle carene che abbiamo visto, sebbene alcune secondo noi siano al limite dell'interpretazione regolamentare, quindi con questa nuova proposta potrebbero essere bandite, sono al momento legali, quindi potrebbero andare in gara. Non vuol dire che ci andranno, perché nei test le case non necessariamente portano la configurazione con cui intendono affrontare il primo Gran Premio. Sono libere di omologarle fino all'ultimo minuto prima della gara.

Quali sono quelle più al limite che hai visto?
Non si può dire...