25 febbraio 2024
Aggiornato 07:00
Moto3

Gresini conferma in blocco Di Giannantonio e Martin

Rinnovati i contratti con entrambi i piloti della squadra italiana nella classe inferiore: il romano Fabio e lo spagnolo Jorge si sono meritati la fiducia con undici podi e sette pole position. «Con entrambi siamo cresciuti e possiamo puntare in alto, ad essere protagonisti», commenta il team manager

ROMA – Prosegue il sodalizio tra la Gresini Racing e il duo Fabio Di Giannantonio e Jorge Martin, confermatissimi a seguito di una brillante stagione nella classe cadetta. «Sono felice di poter confermare tutta la squadra – commenta il team manager Fausto Gresini – È bello poter contare nuovamente su due piloti come Jorge e Fabio. Con entrambi siamo cresciuti e abbiamo la possibilità concreta di essere protagonisti ogni weekend per puntare davvero in alto. Questa è una squadra che ha sempre voglia di migliorarsi: voglio quindi ringraziare tutti, i piloti, i capo tecnici, tutti i ragazzi che lavorano con noi e tutti coloro che credono al nostro progetto».

Coppia affiatata
Un’annata ancora da chiudere, ma certamente positiva grazie agli undici podi complessivi conquistati finora da Martin e Di Giannantonio, alle sette pole position e ad una classifica generale che sorride ad entrambi i piloti, nonostante l’infortunio che ha fatto mancare due gare al numero 88. «Sono davvero contento di poter continuare un percorso iniziato un anno e mezzo fa e poterlo fare con questa squadra è un sogno – dichiara il romano – L’obiettivo è migliorare, gara dopo gara e anno dopo anno. Il 2018 sarà la mia terza stagione e bisognerà puntare a stare tra i primi tre in classifica. Voglio davvero ringraziare tutti, da Fausto, alla squadra, ai nostri tifosi e soprattutto i nostri sponsor che ci sostengono sempre». Gli fa eco il suo compagno di squadra spagnolo: «Sono felicissimo di restare nella famiglia Gresini anche il prossimo anno. Qui mi sento come a casa ed è una sensazione che ho avuto fin dai primi test di questa stagione. Abbiamo un pacchetto molto competitivo e per il prossimo anno dovremo puntare a giocarci il campionato. Era l’obiettivo già di quest’anno, ma con l’infortunio e qualche imprevisto non è stato possibile. Voglio ringraziare Fausto per avermi dato questa opportunità». Ancora tanto da fare, ma impossibile non confermare in toto un team che si è dimostrato veloce su tutti i circuiti, in una categoria da sempre molto competitiva, e che anche il prossimo anno punterà nuovamente al massimo risultato, insieme a Martin e Diggia.