5 giugno 2020
Aggiornato 15:00
Moto3 | Gran Premio di San Marino

Beltramo intervista Di Giannantonio: «Quando conobbi Simoncelli...»

Tra gli eventi della vigilia a Misano, non è mancata la consueta Spurtleda58 dedicata a Marco. E a vincere la gara di kart è stato Fabio, che nella classe inferiore difende i colori del team Gresini che fu del Sic: «Quando correva avevo 13-14 anni, ma per me era un pilota speciale»

MISANO ADRIATICO – Tra gli eventi che hanno aperto il weekend di gara del Gran Premio di Misano, che si correrà sul circuito intitolato alla memoria di Marco Simoncelli, c'è stata proprio l'ormai classica Spurtleda58, la corsa di kart tra piloti, meccanici e addetti ai lavori del paddock dedicata proprio al mitico Sic. Disputata in questa stagione in forma più privata, è stata vinta da Fabio Di Giannantonio, che in Moto3 difende proprio i colori del team Gresini che fu di Marco: «Quando lui correva io avevo più o meno 13-14 anni – racconta ai microfoni di Paolo Beltramo – Mi è sempre piaciuto tanto come pilota, poi ho avuto la fortuna di conoscerlo a Misano nel 2010. Io ero lì con la squadra della Honda e ci hanno fatto conoscere Marco, a me sembrò un ragazzo speciale, tranquillo e super disponibile con noi ragazzini. E poi qui alla Spurtleda è sempre bello venire, perché ci siamo tutti quanti insieme e ci divertiamo».

Serve più costanza
Quanto alla sua stagione nella classe inferiore, finora il Diggia si dice soddisfatto solo a metà: «Mi aspettavo leggermente meglio. Più che altro ci sono state delle circostanze per le quali non siamo stati super competitivi, soprattutto nelle ultime cinque gare. Però siamo forti, la moto è quasi sempre a posto. Tocca solo cercare un po' di continuità per stare sempre davanti».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal