10 dicembre 2018
Aggiornato 20:00

Petrucci: «Ci ho creduto fino in fondo»

Solo 25 millesimi separano il ternano dal leader Marquez: «Ho usato Lorenzo come traino e devo ringraziarlo»
Danilo Petrucci su Pramac
Danilo Petrucci su Pramac (ANSA)

SACHSENRING - Pole position sfuggita di soli 25 millesimi a Danilo Petrucci quella del Gp di Germania in programma domani al Sachsenring. «Ci ho creduto fino in fondo - ha detto il ternano della Ducati Pramac -, ho usato anche Jorge Lorenzo come traino e devo ringraziarlo. Sapevo di essere veloce, lo siamo stati spesso nel week end, siamo andati anche sotto il record della pista, ma Marquez è molto forte. È da ieri che ci provo ma sono sempre secondo e ancora secondo e in gara sarà difficile migliorare. Partiamo davanti, ma gli ultimi 15 giri saranno un'incognita per il consumo della gomma. Vedremo quello che potremo fare per risparmiare i pneumatici dove soffro sempre un po' di più».

MARQUEZ: POLE FONDAMENTALE - 76esima pole position in carriera per Marc Marquez che al Sachsenring punta alla nona vittoria, dominatore assoluto del Gp di Germania in programma domani. «L'anno scorso è andata più o meno così e sempre con Petrucci, anche sul bagnato - dice Marquez -. Non è stato facile perché con il secondo pneumatico pensavo di farcela, invece con l'ultimo quasi stavo cadendo e pensavo di non riuscirci. Poi ho spinto a fondo tutto il giro e sono molto contento: essere primo su questa pista è molto importante».