17 ottobre 2019
Aggiornato 12:31

Martin cade, Di Giannantonio trova punti importanti

Domenica a due velocità per il team Gresini: Jorge si invola in testa ma scivola, mentre Fabio arriva settimo ma conquista la piazza d'onore in campionato

La scivolata di Jorge Martin nel GP di Catalogna di Moto3 a Barcellona
La scivolata di Jorge Martin nel GP di Catalogna di Moto3 a Barcellona Gresini Racing

BARCELLONA – La domenica che non ti aspetti: a Barcellona il Team Del Conca Gresini Moto3 parte fortissimo con Jorge Martin che praticamente in partenza rompe il gruppo e si lancia verso una gara quasi solitaria, mentre Fabio Di Giannantonio con un errore nei primi giri finisce nelle retrovie (ventiseiesimo). Come spesso accade nella categoria cadetta le sorti della gara possono cambiare molto rapidamente ed è così purtroppo durante l’ottavo giro: Martin perde l’anteriore entrando in curva 9 ed è fuori da un GP che sembrava a portata di mano. «Avevamo un gran ritmo e forse abbiamo scelto le gomme sbagliate, non so – commenta il padrone di casa – Sono sceso in pista con un piccolo problema alla frizione e perdevo qualcosina in frenata, ma avevamo un ritmo comunque da vittoria. Ho dato tutto e la caduta purtroppo non ci voleva perché avevamo bisogno di andare a punti. Ho un gran feeling con la moto e sono convinto che non mi avrebbero ripreso... Purtroppo ho perso l’anteriore e non c’è stato nulla da fare».

Secondo in classifica
Il rovescio della medaglia arriva per il Diggia, bravo a rimanere concentrato e a fare il proprio ritmo grazie al quale trova addirittura la settima posizione (aiutato anche da qualche caduta di troppo e da un paio di penalità). «Bisogna sempre guardare il lato positivo e questo fine settimana possiamo essere contenti – ammette il romano – Siamo partiti lontani e non siamo mai stati della partita, in qualifica ci siamo avvicinati un po’ ma con due cadute non ero al top. Non ero prontissimo per la gara e mentre ero in dodicesima posizione ho perso il posteriore in un punto veramente anomalo, anche la telemetria non ci ha dato risposte. Lì abbiamo perso tantissimo, ma ho iniziato a spingere e con un po’ di fortuna abbiamo trovato questa settima posizione. L’importante è arrivare tutte le domeniche, poi faremo i conti alla fine». Per il numero 21 del Team Del Conca Gresini sono punti importanti che gli permettono di conquistare il secondo posto, scavalcando il compagno di squadra Martin (terzo) per una lunghezza in classifica generale. Con Bezzecchi un po’ più leader, ad Assen ci sarà da lavorare duramente per ritornare a ridosso di questo Mondiale Moto3 sempre apertissimo.