23 ottobre 2019
Aggiornato 14:30
Mondiale Motocross | GP Gran Bretagna

Cairoli domina, ma sul finale lo beffa ancora Herlings

Il nove volte iridato rimane in testa per 26 giri su 28, ma in extremis artiglia di nuovo la vittoria l'olandese, che ora ha 54 punti di vantaggio in campionato

Tony Cairoli in sella alla sua Ktm durante il GP di Gran Bretagna del Mondiale Motocross MxGP
Tony Cairoli in sella alla sua Ktm durante il GP di Gran Bretagna del Mondiale Motocross MxGP Pirelli

MATTERLEY BASIN – La pista di Matterley Basin ha ospitato il Gran Premio di Gran Bretagna, nono appuntamento del campionato mondiale motocross 2018. Un bel clima primaverile ha accompagnato il fine settimana suI tracciato inglese che è caratterizzato da un fondo medio duro ed è considerato uno dei più belli e spettacolari dell’intera stagione. Jeffrey Herlings ha vinto ancora nella classe MxGP. Settima affermazione stagionale per il velocissimo olandese che è sempre riuscito a beffare Antonio Cairoli nel finale di manche e guida la classifica di campionato con 54 punti di vantaggio sul siciliano. Il nove volte campione del mondo non si è mai risparmiato ed è stato l’unico pilota in grado di lottare ad armi pari con Herlings. Nonostante una caviglia malconcia, ottima gara anche per Romain Febvre che ha ottenuto il terzo posto assoluto. Giornata positiva anche per Tim Gajser che ha chiuso in quinta posizione. Il Gran Premio della classe Mx2 ha visto l’ennesima sfida tra Pauls Jonass e Jorge Prado. In questa occasione è stato il campione in carica ad avere la meglio grazie alla vittoria ottenuta in entrambe le manche. Il giovane spagnolo ha provato in tutti i modi a rovinare la festa a Jonass ma si è dovuto sempre accontentare della piazza d’onore. Ottime prestazioni anche per Calvin Vlaanderen, che ha ottenuto il terzo posto assoluto, e Thomas Covington, quinto. Nessuna pausa per piloti e team che il prossimo fine settimana scenderanno in pista a Saint Jean d’Angely per il Gran Premio di Francia, decimo round su venti del campionato 2018.

Qualche rimpianto
Con ottime condizioni meteo un grande pubblico ha dunque assistito all’ennesimo capolavoro stagionale dei team Ktm. Antonio Cairoli ha iniziato il weekend vincendo la manche di qualifica con la sua Ktm 450 Sx-F, sempre in prima posizione dall’holeshot alla bandiera a scacchi, davanti a Herlings e Coldenhoff. Nella prima manche Cairoli ha ancora portato a termine l’holeshot, ed ha condotto la gara fino a due giri dal termine, dove per un contatto a due giri dal termine con Herlings, che era alle sue spalle, è passato in seconda posizione. Rialzatosi prontamente, Cairoli ha concluso secondo dietro a Herlings e davanti a Gajser (Honda). Spettacolare nell’holeshot anche nella seconda manche, Cairoli ha provato stavolta a prendere più vantaggio sull’inseguitore, ancora Herlings, ma nel finale l’olandese ha dato fondo a tutte le energie ed riuscito a vincere. Con due secondi posti Cairoli è secondo sul podio (l’ottavo stagionale) dietro a Herlings e davanti a Febvre (Yamaha). «È stato un fine settimana positivo, con ottime partenze e un buon feeling con la pista – commenta Tony – Ho vinto la qualifica ma nelle due manche iridate ho dovuto accontentarmi dei secondi posti. In gara-1 il contatto con Herlings mi ha sorpreso e mi ha fatto perdere la prima posizione; in gara-2 Jeffrey è stato molto bravo e mi ha superato, era molto veloce. È un peccato stare 25 giri su 28 davanti e non vincere… ma dobbiamo dire che il ritmo rispetto agli altri è stato molto alto e abbiamo raccolto l’ennesima doppietta Ktm. Ora pensiamo alla Francia…».