18 ottobre 2019
Aggiornato 03:30
Mondiale Motocross | GP Trentino

Cairoli battuto in casa: in testa sale Herlings

La gara a domicilio non arride al campione italiano, che si ferma al secondo posto. Ora insegue il rivale olandese in classifica generale con 10 punti di ritardo

Tony Cairoli sul secondo gradino del podio del GP del Trentino di motocross
Tony Cairoli sul secondo gradino del podio del GP del Trentino di motocross Pirelli

PIETRAMURATA – Il tracciato Al Ciclamino di Pietramurata ha ospitato il quarto round del campionato mondiale Motocross 2018, il Gran Premio del Trentino. Sul tracciato caratterizzato da un fondo duro e scivoloso e nella splendida cornice naturale delle montagne del Trentino, un grandissimo pubblico è accorso per assistere alla sfida tra Antonio Cairoli e Jeffrey Herlings in MxGP. Ad avere la meglio in questa occasione è stato l’olandese che ha vinto qualifica e le due manche ed è salito al primo posto in campionato. Antonio Cairoli ha chiuso terzo nonostante un piccolo problema tecnico l’abbia rallentato nei primi giri di gara-1. Buone prove anche per Romain Febvre, quarto, e Glenn Coldenhoff, quinto.

Piazza d'onore
Con ottime condizioni meteo il Mondiale motocross è arrivato in Italia. Nel turno cronometrato Antonio Cairoli (team Red Bull Ktm Factory Racing MxGP) ha segnato il quinto miglior tempo, e nella manche di qualifica, dopo aver segnato l’holeshot con la sua Ktm 450 Sx-F, si è classificato secondo alle spalle di Herlings (Ktm). In gara-1 è scattato nel gruppo dei primi ma nel corso del primo giro non ha potuto alzare il ritmo per dei piccoli sassi che, nell’impianto frenante della ruota anteriore, non permettevano il libero ruotare della stessa. Poi il problema si è risolto da solo e Cairoli ha iniziato un’ottima rimonta, nonostante un tracciato con poco traiettorie per i sorpassi, fino alla quarta posizione. In gara-2 Cairoli è stato ancora una volta il più veloce al via, ma nel corso del terzo giro è stato superato da Herlings e nonostante il tentativo di riavvicinarlo si è dovuto accontentare della seconda posizione che comunque gli ha permesso di salire sul podio, terzo, per la quarta volta su quattro in questa stagione. Cairoli è così secondo in classifica generale, a dieci punti da Herlings, e con 36 punti di vantaggio sul terzo, Clement Desalle (Kawasaki). «È sempre un risultato positivo salire sul podio, ma oggi davanti al mio pubblico volevo vincere – ha dichiarato il nove volte iridato – Jeffrey però è stato molto veloce ed era molto difficile batterlo per velocità e costanza. Nella prima manche purtroppo un problema dovuto a della terra e sassi mi ha rallentato la ruota anteriore ed ho perso qualche posizione, poi la ruota si è sbloccata ed ho fatto una buona rimonta. In gara due ho provato un paio di volte a fare il cambio di ritmo per riprendere Herlings ma lui è stato bravo ed ha meritato la vittoria. Cercherò di rifarmi ad Agueda, prossimo GP». Il prossimo GP è in programma ad Agueda (Portogallo) nel fine settimana del 15 aprile.