5 dicembre 2019
Aggiornato 15:30

Bezzecchi, le gomme giuste gli valgono il primo successo

L'allievo della Vr46 Academy di Valentino Rossi sceglie gli pneumatici da bagnato: la decisione si rivela giusta e gli permette di involarsi verso la vittoria

TERMAS DE RIO HONDO – Un altro allievo di Valentino Rossi conquista la sua prima vittoria in Moto3: tocca a Marco Bezzecchi, anch'egli membro della Vr46 Riders Academy e pilota della Ktm del team PruestelGP, trionfare nel Gran Premio d'Argentina bagnato a Termas de Rio Hondo. Bezzecchi ha approfittato della giusta decisione di montare le gomme da pioggia, al contrario del suo connazionale e poleman Tony Arbolino che aveva optato per quelle da asciutto: così è subito volato in testa e rapidamente è andato in fuga, con un passo migliore rispetto a quello di tutto il resto del gruppo. Al traguardo, il suo vantaggio sul secondo classificato Aron Canet è stato di ben 4.6 secondi.

Sul podio anche Di Giannantonio
Ma il team Gresini si conferma ospite fisso del podio della classe cadetta: dopo la vittoria in Qatar di Jorge Martin arriva la terza posizione per Fabio Di Giannantonio in Argentina, in una gara condizionata da una pista in condizioni miste e per nulla facile da affrontare. Diggia partendo dalla seconda fila è subito bravo a trovare le prime posizioni e non lasciarsi inglobare dal gruppo. Con Bezzecchi in fuga, il numero 21 deve lottare prima con Canet e poi con Masia (che lo tocca e cade) per trovare il primo podio stagionale e proiettarsi così tra le posizioni di vertice della classifica generale con 26 punti. «Sono contento a metà perché forse potevamo qualcosina in più – spiega il giovane romano – L’obiettivo era spingere fin da subito visto che partivamo con le gomme da pioggia come Bezzecchi, ma siamo rimasti un filo bloccati dietro. Ho giocato le mie carte, ma nel mio gruppo erano un po’ matti ed è andata un po’ così, il tocco di Masia era scontato... Nell’ultimo giro ho dato tutto per prendere Canet, ma purtroppo non ci sono riuscito. Va bene così, passo dopo passo arriveremo».