17 ottobre 2019
Aggiornato 12:00
Mondiale Motocross | GP Europa

Tony Cairoli cede solo al padrone di casa: nel GP d'Europa è secondo

Nella fredda e innevata Olanda domina l'idolo locale Herlings, ma il siciliano è attaccato alle sue spalle, sia nella classifica di giornata che nella generale

Tony Cairoli in sella alla sua Ktm nel GP d'Europa
Tony Cairoli in sella alla sua Ktm nel GP d'Europa Pirelli

VALKENSWAARD – Il Gran Premio d’Europa ha segnato il ritorno del campionato mondiale motocross in terra europea dopo la gara inaugurale in Argentina. Sulla fredda ed innevata sabbia olandese dell’Eurocircuit di Valkenswaard, in MXGP i dominatori di giornata sono stati Jeffrey Herlings e Antonio Cairoli. Herlings non ha sbagliato niente nella gara di casa e ha centrato una fantastica doppietta. L’olandese, nonostante una caduta in qualifica, è stato velocissimo e ha ottenuto l’ottava vittoria in carriera a Valkenswaard davanti all’ottimo Cairoli, autore di due holeshot e secondo nella classifica di giornata. Herlings e Cairoli hanno letteralemente fatto il vuoto alle loro spalle mentre Gautier Paulin ha chiuso in terza posizione.

Piazza d'onore
Dal sole dell’Argentina al freddo dell’Olanda, il Mondiale Motocross è sbarcato dunque in Europa per la seconda prova stagionale, a pochi chilometri da Eindhoven. Antonio Cairoli (team Red Bull Ktm Factory Racing) al sabato, dopo aver segnato il secondo tempo nel turno cronometrato, ha concluso la manche di qualifica in quarta posizione dopo una buona rimonta. La domenica nella prima manche con la sua Ktm 450 Sx-F è stato il più veloce al via ed ha subito preso un buon margine sugli inseguitori. A metà gara però in una discesa molto bucata è incappato in una scivolata, ed è stato superato dall’olandese Jeffrey Herlings (Ktm), comunque riuscendo a concludere con la seconda posizione finale. In gara-2 è ancora Cairoli a strappare l’holeshot e andare in fuga sul tracciato dal fondo sabbioso, sempre più impegnativo. Purtroppo ancora a metà manche una piccola scivolata spezzava il ritmo finora eccellente del siciliano, e consentiva a Herlings di riuscire in pochi giri a superarlo. Nel finale Cairoli provava un attacco finale al quale però l’olandese rispondeva mantenendo la prima posizione fino alla bandiera a scacchi. Con due secondi posti Cairoli è secondo sul podio, alle spalle di Herlings e davanti al francese Gautier Paulin (Husqvarna). In classifica di campionato è sempre secondo, a sei punti da Herlings. «Sono state due buone manche e siamo saliti sul podio, questo è positivo – racconta l'iridato in carica – Sapevo che Jeffrey sarebbe stato molto forte nel suo GP di casa mentre io qui in Olanda-Belgio quest’anno non mi sono mai allenato e si perde un po’ il feeling. Purtroppo quando ero in testa ho fatto degli errori ma la velocità c’è e si può far meglio». Il Gran Premio della Comunità Valenciana sull’inedito circuito di Redsand è in programma per il prossimo fine settimana (25 Marzo), terzo appuntamento stagionale.