20 novembre 2019
Aggiornato 21:30

Antonelli porta in pole il team di Simoncelli per la prima volta

Niccolò firma il miglior tempo nelle qualifiche con la moto della Sic58 Squadra Corse: non era mai successo. Ad un solo millesimo di distacco Jorge Martin

DOHA – Prima pole position assoluta in Moto3 per il team Sic58 Squadra Corse e prima pole position da due anni a questa parte per Niccolò Antonelli, che il Gran Premio del Qatar lo vinse nel 2016. Un risultato storico per la scuderia che porta il nome dell'indimenticabile Marco Simoncelli, ma anche per il giovane di Cattolica che, in una stagione sfortunata con il team Ajo, aveva perso il sorriso e che invece lo ha ritrovato alla corte di Paolo Simoncelli, che lo ha accolto come un figlio. «Non ci pensavo per niente alla pole, ma ero comunque fiducioso per le qualifiche – ha spiegato – Sto scoprendo questa moto, che è completamente diversa dalla Honda che ho guidato precedentemente. La mia squadra ha svolto un ottimo lavoro, ci stiamo conoscendo sempre meglio. Ora pensiamo a domani: anche Martin cercherà di partire forte, io voglio fare una bella gara tentando di non compromettere nulla».

Per un solo millesimo
0.001 secondi non hanno permesso a Jorge Martin di chiudere in testa la sessione di qualifica del primo Gran Premio stagionale a Losail in Qatar. In una sessione condizionata dal forte vento e da una visibilità limitata a causa della sabbia nell’aria, lo spagnolo del team Del Conca Gresini Moto3 ha comunque dominato per larga parte dei 40 minuti a disposizione. 2:06.365 il tempo del numero 88, che all’ultimo settore del giro lanciato arrivava con quasi sei decimi di vantaggio sul tempo del poleman Antonelli, ma senza una scia da sfruttare, non ha potuto completare l’opera anche a causa di un piccolo errore nell’ultima curva, chiudendo così in seconda piazza questa prima qualifica stagionale. «Era la prima volta in tutto il fine settimana che provavo un giro secco, sono sempre sceso in pista con in testa il ritmo di gara – commenta Martin – Ero da solo, senza scie, ma ho fatto comunque un buon tempo e per domani credo che saremo pronti. La prima fila è sufficiente e con il nostro ritmo di gara possiamo dire la nostra, poi dipenderà anche dalle condizioni della pista. L’obiettivo sarà correre con pazienza senza voler strafare. Vogliamo vincere, ma un podio sarebbe un risultato più che positivo per iniziare la stagione col piede giusto».