20 giugno 2019
Aggiornato 21:00
Mondiale Motocross

Valentino Rossi rinnova? Intanto tocca a Tony Cairoli

In attesa di vedere se il Dottore continuerà a correre, è il suo alter ego nel motocross, il nove volte iridato siciliano, a firmare per le stagioni 2019 e 2020

ROMA – TC222 ne aggiunge altri 2! La Ktm ha annunciato che il campione mondiale motocross in carica e nove volte iridato Antonio Cairoli farà parte del team per altri due anni, le stagioni 2019 e 2020. Il trentaduenne siciliano ha rinnovato il suo contratto giovedì a Roma alla presenza del team manager Claudio De Carli e del direttore sportivo Ktm Pit Beirer. L’accordo prevede che Cairoli, che ha dato a Ktm il suo primo titolo iridato nella classe regina (allora Mx1) con la 350 SX-F nel 2010, e anche il primo titolo MxGP con la 450 SX-F nel 2017, raggiungerà undici anni di gare con il marchio austriaco. La stagione 2018 inizia il prossimo fine settimana con il primo dei diciannove GP, a Neuquen per il Gran Premio della Patagonia Argentina. L’appuntamento sudamericano segnerà l’inizio del quindicesimo anno di Cairoli nel Mondiale motocross e il suo nono con i colori Ktm. In una carriera straordinaria che vanta nove titoli (sette nella classe regina dal 2009, di cui sei con la Ktm), 213 presenze in GP, con 83 vittorie e 145 podi (con 163 vittorie di manche), Cairoli è ancora il punto di riferimento per questo sport, e punta al decimo titolo andando a difendere con la 450 SX-F la tabella oro conquistata l’anno scorso.

Più forte anche dell'anagrafe
«Sono davvero felice di questo annuncio perché abbiamo già fatto la storia nel 2010 lottando con la 350 SX-F, contro i 450, e abbiamo vinto quella sfida. Mi sento parte di Ktm per quel titolo molto importante e da allora l’azienda è cresciuta molto – ha commentato Cairoli – Ho fatto molti sacrifici per vincere e sono molto orgoglioso di far parte di questo gruppo. L’azienda investe molto e si fa un gran lavoro di sviluppo, e il risultato si vede perché Ktm è il produttore di moto fuoristrada numero uno al mondo. Sono felice di continuare e di fare altri due anni, e di provare a vincere altri titoli. Sono molto motivato per le prossime stagioni». Aggiunge Pit Beirer: «Circa due anni fa qualcuno già diceva che Tony stava diventando troppo vecchio per restare al top, e proprio in quel momento dichiarai che avevamo piena fiducia nelle sue qualità e capacità. Ha avuto due stagioni difficili, ma è stato incredibile come è tornato nel 2017 e ha dimostrato che avevamo assolutamente ragione. Mi rende felice e orgoglioso il fatto che voglia continuare a lottare e continuare a vincere. Credo che Tony abbia trovato il giusto equilibrio nella sua vita, personale e professionale, per continuare a correre e raggiungere i suoi obiettivi. Ha molta passione ed è per questo che continua ad essere così forte. Posso essere solo felice di prolungare questo rapporto con Tony e sono molto lieto che continui la nostra storia in MxGP. Voglio anche ringraziare e rendere merito a Claudio De Carli per il suo ruolo. Nel corso degli anni ha avuto una grande parte nel successo di Cairoli con Ktm, che mi auguro prosegua a lungo». La squadra Ktm è in partenza per l’Argentina nei prossimi giorni, come campione del mondo in entrambe le categorie del Mondiale motocross, per la sesta volta in questo decennio.