26 giugno 2019
Aggiornato 02:00
Moto2

Forward cambia moto: il 2018 sarà con Suter

Ritorno al passato per il team che schiererà il nostro Stefano Manzi ed Eric Granado nella prossima stagione della classe di mezzo: la scelta ricade sul telaio svizzero al posto della Kalex

ROMA – La Forward ha annunciato l’accordo di collaborazione pluriennale con Suter per il campionato del mondo Moto2. L’ambizioso progetto è iniziato con un primo test molto positivo nel circuito di Jerez de la Frontiera, dove Eric Granado e Stefano Manzi hanno avuto la possibilità di fare una comparazione tra la Kalex 2017 e la Suter Mmx2 usate durante lo scorso campionato. Fin da subito entrambi i piloti sono stati competitivi e hanno riconosciuto il gran potenziale della moto svizzera, motivo che ha portato alla scelta da parte del team di utilizzarla per la prossima stagione; la squadra è ora in attesa dell’arrivo del nuovo materiale 2018 per poter iniziare al meglio la preparazione del prossimo campionato. «Sono molto contento di tornare a collaborare con Suter, che fu peraltro l’inizio della nostra avventura in Moto2 – dichiara il team principal Giovanni Cuzari – È un ritorno all’origine, infatti guardando al passato, non trovo solo lo stesso fornitore di moto ma anche Milena Koerner, che iniziò con noi l’avventura in Moto2. Personalmente ho bellissimi ricordi di quel periodo, l’inizio di tutto: periodo di duro lavoro, ma che ci ha ricompensati con ottimi risultati. Durante questa mia nuova visita presso la sede del costruttore, dopo sette anni, posso dire di aver notato grandi progressi e nuovi investimenti fatti, e penso che Suter sia, ad oggi, l’unica engineering di questo campionato in grado di fornire uno sviluppo race-by-race».

Coppia elvetica
Il grintoso progetto non si riduce esclusivamente ad una semplice fornitura tecnica, bensì comprende anche un impegnativo programma di test per entrambe le strutture in vista del campionato 2019, ma non solo, ed è allo stesso tempo un ritorno alle origini, in quanto Suter è stato anche il primo fornitore nell’anno di nascita della categoria Moto2. Suter, inoltre, è attualmente una delle sole due engeneering presenti nel campionato mondiale di Moto2 in grado di poter realizzare interamente in casa una moto. La struttura vanta, oltre che un ampio reparto di ingegneria ed una catena di macchinari di produzione, ben cinque moderni banchi prova e quarantotto dipendenti forti di un importante know how. Proprio per questo motivo il connubio Suter-Forward non è solo un binomio a garanzia svizzera, bensì quella che potrebbe essere una combinazione vincente.