22 maggio 2019
Aggiornato 08:30
Automobilismo

Valentino Rossi contro il fratello e Tony Cairoli: tutto pronto per il Rally di Monza

Il Dottore difende il titolo conquistato lo scorso anno, il quinto in carriera, contro una pattuglia di specialisti della categoria ma anche tanti piloti di motociclismo e altri vip

MONZA – È passato un anno dalla entusiasmante cinquina con la quale Valentino diventò capocannoniere del rally monzese (raggiungendo in vetta Dindo Capello), ma tra i top driver in lotta per il podio più alto del Rally e del Masters’ Show il discorso non si è mai chiuso e i protagonisti si sono dati nuovamente appuntamento per altri mezzogiorno di fuoco a Monza. Ci sarà naturalmente Valentino Rossi, navigato dal solito fido Carlo Cassina con la solita intramontabile Fiesta Wrc che per difendere la sua supremazia dovrà respingere gli attacchi di temibili rivali che ben conosce: come la squadra ufficiale Hyundai, seconda l’anno scorso con Dani Sordo/Marc Marti, e il sorprendente Marco Bonanomi navigato da Luigi Pirollo, che dopo avergli tenuto testa per tre giorni con la sua Citroen DS3, terminò sul terzo gradino del podio. Quest’anno la Hyundai presenta il belga Thierry Neuville (6 vittorie nel Mondiale Rally, 27 podi, secondo a Monza nel Rally Show 2015), reduce dalla fresca affermazione in terra australiana, e lo affianca a Andreas Mikkelsen (nel Mondiale 3 vittorie e 21 podi): assieme daranno vita ad una inedita alternanza nei ruoli di pilota e di navigatore sulla loro i20.

Campioni delle due ruote
Anche Bonanomi, che si affida allo stesso navigatore e alla stessa macchina dell’anno scorso, sarà della partita deciso a migliorare il risultato 2016. Ma sarà dura visto che anche Tony Cairoli ha lo stesso obiettivo ed è sceso dalla sua moto con la ferma intenzione di riscattare il non brillante risultato dell’anno passato (dovuto principalmente a noie meccaniche). Il pluriiridato del motocross torna alla guida della Hyundai Wrc i20 con il navigatore Danilo Fappani (campione italiano Wrc in carica). Sulle due ruote, slick o artigliate, tra lui e Valentino è pareggio: 9 titoli ciascuno. A completare il campo dei motociclisti da segnalare Mattia Pasini (11 gare vinte nel Motomondiale fra le classi 125, 250 e Moto2) e Luca Marini, ventenne fratellino di Valentino che disputa il campionato del mondo Moto2. Ma tra gli oltre cento equipaggi iscritti (128 per la precisione), oltre ai soliti noti, anche le possibili sorprese. A cercar gloria sull’asfalto monzese ci saranno infatti due new entry come l’irlandese Craig Breen, classe 1990, già campione mondiale della S2000 (Citroen DS3 Wrc) e l’indimenticato Francois Delecour, secondo nel Mondiale Rally 1993 (Peugeot 208 T16) e 4 vittorie in carriera fra cui il Monte Carlo nel 1994. E pronti a dire la loro tanti campioni italiani che non hanno nulla da invidiare a nessuno: da Paolo Andreucci (che con Anna Andreussi festeggeranno nel Tempio della Velocità il decimo titolo nazionale) a Piero Longhi, da Luca Rossetti a Alessandro Perico, da Marco Spinelli a Stefano D’Aste, da Tobia Cavallini a Andrea Crugnola a Pier Franco Uzzeni e altri ancora, tutti gara nella classe regina delle 22 Wrc. Tra le concorrenti femminili, una tra tutte, Rachele Somaschini (Peugeot 207), reduce con Alessandra Benedetti (vincitrice del Monza Rally Show 2014 navigando Robert Kubica) dalla buona prestazione nel Vedovati e che si distingue anche per il sostegno alla Fondazione ricerca fibrosi cistica: le loro tute verranno messe all’asta su CharityStars per raccogliere fondi.

Volti noti
Fra i vip, due equipaggi di famiglia come il noto commentatore sportivo Guido Meda in coppia con il fratello Pietro, consigliere Ac Milano, e il team manager della MotoGP Roberto Brivio con il nipote Luca. Per la grande famiglia di Valentino, oltre al fratello Luca, l’immancabile amico di una vita Alessio Uccio Salucci. Fra le storiche, da segnalare la presenza del vicepresidente di Regione Lombardia Fabrizio Sala a bordo di una Porsche 911 con Beniamino Lo Presti (principale promotore del Milano Rally Show tenutosi lo scorso agosto). Dopo lo shakedown di giovedì, dalle 12 alle 17 (ingresso libero in circuito), il Monza Rally Show 2017 partirà ufficialmente venerdì dal centro cittadino: alle 15:31 il via alla prima vettura. Seguiranno in Autodromo le prime due prove speciali con partenza alle 16:25 e alle 18:58. Ingresso libero in piazza Trento e Trieste, a pagamento l’ingresso in circuito. Nella giornata di sabato sono previste quattro prove speciali, dalle 9:05, 11:38, 14:35 e dalle 17:14. Gran finale domenica con le ultime tre prove speciali (partenza alle 8:05, 11:02 e 11:37) e con il Masters’ Show dalle 14:15 circa.