18 novembre 2019
Aggiornato 05:30
Formula 3 | Zandvoort

Mick Schumacher torna dalle ferie su una pista amica

Il primo appuntamento dopo la pausa estiva della serie continentale è in programma sullo storico circuito olandese, che il figlio del grande Michael conosce già per averci corso ai tempi della Formula 4. E venendo da tre piazzamenti a punti consecutivi, può essere ottimista...

ZANDVOORT – Mick Schumacher è pronto a tornare al via su un tracciato tra i più storici del calendario, oltre che particolarmente amico in termini di risultati. Dopo la breve sosta estiva che caratterizza il campionato europeo di Formula 3, team e piloti sono pronti a rientrare in piena attività al Circuit Park Zandvoort. Costruita a pochi chilometri da Amsterdam, la pista olandese ha sede tra le dune che si affacciano sulla costa del Mare del Nord ed il suo layout particolarmente tecnico ha fatto la storia del motorsport per quasi 70 anni. E ha già corso sul tracciato olandese il figlio del mitico Michael, anche se dopo l’esperienza con la Formula 4 nel 2016 dovrà adattarsi, sui curvoni e saliscendi di Zandvoort, alla guida di una vettura estremamente tecnica e molto più performante. «Mick arriva da tre piazzamenti a punti consecutivi quindi ci sono tutti i presupposti per un fine settimana ricco di soddisfazioni», spiega il suo team manager René Rosin.

Dall'alto in basso
I colori Prema si ripresenteranno, per il settimo round della serie continentale, al vertice sia della classifica piloti, sia di quella riservata ai team. Dopo lo sfortunato incidente di Spa-Francorchamps, il leader del campionato Maximilian Günther è determinato a replicare gli ottimi risultati di inizio stagione. Il tedesco metterà in campo tutte le sue qualità tecniche e tattiche. Alla ricerca di passi avanti in graduatoria sarà anche il britannico Callum Ilott, autore di tre vittorie quest’anno. Costantemente in crescita Guan Yu Zhou. Il pilota cinese, portacolori della Ferrari Driver Academy, è reduce dal suo terzo piazzamento a podio nelle ultime tre tappe della categoria. «Siamo convinti che il potenziale delle nostre vetture possa emergere al meglio a Zandvoort e rientriamo in pista dopo la pausa di inizio agosto con la voglia di ben figurare, tanto più che su questo tracciato l’anno scorso abbiamo conquistato tre vittorie e tre secondi posti – prosegue Rosin – Come sempre, avremo dei rivali molto insidiosi ma siamo pronti a dare battaglia. Tutti i piloti sono molto determinati. Maximilian è ancora in testa al campionato piloti, mentre Callum è desideroso di concludere al meglio la stagione negli ultimi quattro appuntamenti. E Zhou è in netta crescita, come dimostrato dai risultati».