25 agosto 2019
Aggiornato 08:00

Tutti convinti: a giugno Deulofeu tornerà al Barcellona

Tanti dubbi attorno al nuovo Milan, ma un’unica certezza: lo spagnolo non farà parte della formazione rossonera del prossimo anno

Gerard Deulofeu, attaccante del Milan dallo scorso gennaio
Gerard Deulofeu, attaccante del Milan dallo scorso gennaio ANSA

MILANO - Spesso il calciomercato invernale ha risolto poco o nulla alle squadre che vi hanno ricorso: i grandi campioni non cambiano casacca a metà stagione, le grandi squadre si costruiscono sotto l’ombrellone e non sotto l’albero di Natale. Quest’anno, però, il Milan ha voluto rivedere questo concetto portandosi a casa in prestito Gerard Deulofeu, talentuosissimo attaccante esterno dell’Everton ma di proprietà del Barcellona, a suo tempo considerato come l’erede in blaugrana di Lionel Messi, ovvero non dell’ultimo dei fessacchiotti. L’intuizione è stata geniale, Deulofeu si è preso il Milan dopo l’infortunio di Bonaventura e gli acciacchi di Suso, risultando spesso e volentieri il migliore dell’attacco rossonero, salvando Montella ed una squadra ancora aggrappata al sogno di riconquistare l’Europa dopo tre anni. Logico, a questo punto, che tutti a Milanello si aspettino ora il riscatto dello spagnolo a fine stagione e la sua definitiva consacrazione il prossimo anno; ed invece pare proprio che non sarà così. Dalla Spagna, infatti, a più riprese la stampa ha fatto sapere che il Barcellona a giugno riscatterà Deulofeu dopo averne apprezzato le prestazioni milaniste che sono valse all’attaccante iberico pure la convocazione (condita con gol) della nazionale delle furie rosse.

Futuro

Anche secondo il Corriere della Sera e secondo la redazione sportiva di Mediaset, Deulofeu lascerà in estate il Milan per far ritorno a Barcellona e farsi valutare dal nuovo tecnico dei catalani che prenderà poi di comune accordo con la società la decisione finale: lasciarlo nell’organico blaugrana o monetizzare dalla sua definitiva cessione. La dirigenza milanista, peraltro in fase di rimpasto di governo, nicchia e non risponde con chiarezza, anche perché può, non essendo proprietaria del cartellino del calciatore; Montella stravede per lui, ma più di questo non può dire. Se il Milan sarà ancora innamorato di Deulofeu, dunque, pare certo che dovrà tirar fuori il portafogli e trattare con un Barcellona deciso a trarre vantaggio (tecnico o economico) dal ritrovato attaccante risbocciato proprio in rossonero.