27 febbraio 2020
Aggiornato 22:30
Calcio

Alciato: “Fassone e Mirabelli sono dirigenti fantasma”

Il futuro del Milan č ancora tutto da decifrare e intanto c’č chi gią lavora per un progetto chissą quando realizzabile

MILANO - La vicenda legata alla (presunta) cessione del Milan alla cordata cinese tiene banco in tutto l’ambiente rossonero, soprattutto dopo la proroga di altri 30 giorni concessa alla Sino Europe Sports per garantire l’acquisto del club rossonero. Inutile dire che i tifosi milanisti sono sconfortati e sconcertati dall’ennesimo ritardo, iniziando anche a farsi parecchie domande sul futuro di una società al momento inesistente. Domande inizia a farsele anche Alessandro Alciato, noto giornalista di Sky Sport ed esperto delle situazioni milaniste: «Se i cinesi o chi per loro non versano entro il 10 marzo altri 100 milioni l’affare si chiude qui, ma penso che alla fine verseranno quest’altra caparra. Poi ci sono Fassone e Mirabelli, dirigenti che agiscono per una società fantasma, persone che da mesi ormai girano l’Italia e il mondo alla ricerca di calciatori validi per il nuovo Milan e provano a fare il mercato per una società che non esiste ancora; andrebbero entrambi salvaguardati ed invece la situazione è paradossale».