22 luglio 2019
Aggiornato 01:30

Lodetti: “Bacca ha troppa paura”

Il momento nero del colombiano continua e il Milan risente della mancanza di gol del suo bomber

MILANO - «Ah da quando Baggio non gioca più…», cantava Cesare Cremonini, peraltro tifosissimo del Bologna, il prossimo avversario del Milan nel recupero di campionato allo stadio Dall’Ara. «Ah da quando Bacca non segna più…», potrebbero parafrasare i tifosi milanisti, scontenti, seccati ed infastiditi dall’astinenza da gol del centravanti colombiano, fromboliere rossonero l’anno scorso, ma con le polveri bagnate quest’anno. Bacca non fa più gol, ma non solo: non aiuta i compagni, non si rende utile e, ciliegina sulla torta, si irrita se Montella lo sostituisce: è accaduto a Palermo, è accaduto anche domenica contro la Sampdoria. Ma c’è di più, perché l’ex attaccante del Siviglia appare nervoso e sfiduciato, incapace di trasformare in gol anche le occasioni più semplici. Ma perché tutto ciò? Prova a rispondere Giovanni Lodetti, ex centrocampista del Milan anni sessanta e settanta: «Bacca ha troppa paura, paura di sbagliare, paura dei fischi, paura della contestazione. Deve giocare più tranquillo e ritrovare quella serenità che aveva lo scorso anno; non importa cosa accadrà a giugno, magari andrà via, per ora deve solo pensare a fare tanti gol perché c’è ancora mezza stagione da giocare». Una volta Bacca era noto per essere il calciatore della serie A che segnava con la minor percentuale di tiri in porta, oggi fatica addirittura a farne di tiri, e la situazione del Milan ne risente sempre di più. Ah da quando Bacca non segna più….