25 gennaio 2020
Aggiornato 20:00
Calcio

Albertini: “Locatelli deve fare ancora tanta strada”

L’ex regista del Milan consiglia il suo giovane erede per rendere ancora meglio in una carriera destinata a grandi successi

MILANO - Come lui oltre 25 anni fa, lanciato in prima squadra e subito protagonista del centrocampo del Milan: Manuel Locatelli come Demetrio Albertini, stesso ruolo, stessa giovane età e stessa etichetta di promessa della formazione rossonera e della nazionale italiana. Il talento classe 1998, già due reti in questo campionato ed il ruolo da titolare ormai inamovibile nelle sue mani, ha impressionato per maturità, freddezza e qualità tecniche, specialmente all’inizio della stagione, calando leggermente alla distanza nelle ultime partite ma pur sempre il miglior centrocampista della squadra di Montella. Proprio Demetrio Albertini, il suo predecessore più illustre, prova ad analizzare lo sfavillante inizio di carriera del suo possibile e probabile erede: «Locatelli mi piace parecchio, così come piace a gran parte della gente - afferma l’ex calciatore - ed è a soli 18 anni già punto fermo del Milan. Ad oggi è un protagonista da copertina, il ragazzo prodigio di cui parlano tutti, col tempo deve diventare protagonista solo in campo, sbagliare anche ed accumulare esperienza, qualità che si può trovare solo giocando. Certamente, però, Locatelli è lanciato verso una grande carriera, dipende da lui».