19 gennaio 2020
Aggiornato 18:00
Calcio

Amelia: “Basta con le critiche a Niang”

L’ex portiere del Milan non concorda sui fischi e i rimproveri all’attaccante francese, insultato anche domenica scorsa dopo la pessima prova contro il Crotone

ROMA - Si avvicina il giorno di Roma-Milan che lunedì sera si sfideranno in uno spareggio per il secondo posto, ma a Milanello tiene banco il caso Niang: l’attaccante francese, infatti, è al centro delle discussioni fra i tifosi rossoneri dopo le ultime opache prestazioni, ultima delle quali domenica nella gara di San Siro col Crotone in cui la punta transalpina ha sbagliato tutto ciò che c’era da sbagliare, compreso un calcio di rigore quando il risultato era ancora di 1-1. Sostituito da Montella a metà ripresa, poi, Niang è stato subissato di fischi e insulti da parte del pubblico presente allo stadio, tanto che, il giorno dopo, si è pure lamentato sui social network (sicuri che questi veicoli facciano bene ad atleti e squadre?) per il trattamento riservatogli, chiedendo più rispetto e pazienza nei suoi confronti.

Critiche esagerate

Il tifoso però, si sa, è umorale, ha poco equilibrio e vorrebbe la perfezione in ogni circostanza, per cui i calciatori devono anche sopportare qualche fischio di troppo e qualche sparata sopra le righe. Tuttavia, Marco Amelia, ex portiere del Milan di Allegri,  prova a difendere Niang dalle critiche: «Io trovo che sia un calciatore con grande personalità - afferma l’ex calciatore romano - e ricordo che me ne accorsi il primo giorno che lo vidi a Milanello. Ha inoltre ottime doti calcistiche, è ambizioso ed è tornato al Milan rinvigorito dopo il prestito al Genoa che gli ha fatto veramente bene. E’ un punto fermo della squadra di Montella, sento critiche enormi su di lui, anche per azioni commesse fuori dal campo, errori del passato, ma M’Baye è un bravo ragazzo, ha margini di crescita enormi e va lasciato più in pace affinchè possa esprimersi al massimo». Roma-Milan di lunedì, si diceva all’inizio: quale miglior occasione per far pace col popolo milanista?