18 luglio 2019
Aggiornato 17:00

Il Milan piomba sul gioiello atalantino Gagliardini

La linea giovane continua: dirigenti rossoneri al lavoro per convincere il promettente centrocampista bergamasco a raggiungere Milanello a giugno del 2017

MILANO - Il Milan dei giovani piace sempre di più: l’esplosione di Locatelli e Donnarumma, 18 e 17 anni ciascuno, ma anche il consolidamento di Romagnoli, Niang, Suso e le promettenti prestazioni di Calabria (prima che si infortunasse) hanno convinto sempre di più i rossoneri a puntare sui piccoli talenti che il calcio (italiano soprattutto) è in grado di sfornare. E non finisce qui, infatti, come diceva Corrado Mantoni, anzi, il Milan è pronto a rilanciare: dopo aver visionato Federico Bernardeschi della Fiorentina, Lorenzo Pellegrini del Sassuolo e Leonardo Morosini, talento del Brescia allenato da Cristian Brocchi, infatti, la dirigenza milanista si è fiondata su Roberto Gagliardini, gioiello della miracolosa Atalanta di Gasperini. Il centrocampista bergamasco, classe 1994, è una delle rivoluzioni più belle del campionato, ha forza fisica, qualità tecniche e grande personalità, pur essendo un ragazzo umile e con la testa sulle spalle; sul calciatore atalantino ci sono già stati sondaggi da Fiorentina, Juventus e Roma, ma il fascino del nuovo Milan dei giovani e l’inserimento determinato della dirigenza rossonera potrebbero avere la meglio ed incidere nella scelta di Gagliardini, futuro perno della nazionale italiana, proprio come Manuel Locatelli: il Milan punta ad avere la coppia di registi dell’Italia per i prossimi quindici anni.