24 ottobre 2019
Aggiornato 00:30

Barzagli e Cuadrado temono il Milan: "Sarà durissima a San Siro"

I due calciatori della Juventus non si fidano della sfida di sabato sera a Milano, consci che i rossoneri sono lontani parenti di quelli ammirati nelle scorse stagioni

TORINO - Milan-Juventus si avvicina e il vero derby d'Italia (ovvero la sfida tra le squadre più vincenti del paese, come da giannibreraria definizione) assume dopo qualche anno il sapore d'alta classifica coi bianconeri saldamente al comando della serie A ed i rossoneri secondi della classe in coabitazione con la Roma. Un Milan completamente diverso rispetto alle ultime nove edizioni che hanno coinciso con altrettante sconfitte contro una Juve certamente più forte ma non più così favorita nonostante i 5 punti di vantaggio e un organico di gran lunga migliore di quello milanista. Ne danno conferma anche due calciatori juventini, Andrea Barzagli e Juan Cuadrado, convinti che sabato sera da San Siro non sarà semplice uscire con i 3 punti: "Il Milan ha ritrovato fiducia e consapevolezza - afferma il difensore toscano ex Palermo - e temo che sabato sarà una gara durissima, direi una battaglia». Gli fa eco il tornante colombiano che a proposito di Milan-Juve dice: "Se non metteremo carattere ed attenzione, non ce la faremo contro un avversario come il Milan che io ritengo una grande squadra in un ottimo momento di forma".

Risalita

Se a queste dichiarazioni sommiamo quella di Massimiliano Allegri, tecnico juventino, che ha sostenuto come il Milan possa tranquillamente competere per i primi tre posti del campionato già da questa stagione, è facile pensare che, a prescindere dal risultato finale di quest'anno, il lavoro del nuovo Milan stia dando i suoi frutti, unendo carattere, gioco e risultati, dettagli rilevanti che non sfuggono agli avversari, anche a quelli, come la Juventus, che fanno un campionato a parte, una cavalcata solitaria verso lo scudetto; anche per loro, insomma, il Milan sta tornando grande.