18 settembre 2019
Aggiornato 00:30

Pagliuca su Donnarumma: "Difficile far meglio di Buffon"

L'ex portiere della nazionale riconosce le qualità del portiere del Milan, ma è scettico circa il suo ruolo di erede dell'estremo difensore juventino

MILANO - Gianluigi Donnarumma, classe 1999, da un anno portiere titolare del Milan in serie A e da qualche mese regolarmente convocato in nazionale da Giampiero Ventura. Il piccolo fenomeno milanista, nativo di Castellammare di Stabia, viene unanimemente riconosciuto come il naturale erede di un altro Gianluigi, Buffon, esordiente come lui a 16 anni in serie A (peraltro in una partita giocata proprio contro il Milan) ed ancora oggi alla soglia dei quarant'anni il miglior portiere del mondo. Tutti convinti che Donnarumma erediterà fra un paio d'anni la carriera dell'attuale portiere della Juventus? Non la pensa esattamente così uno che di portieri se ne intende, Gianluca Pagliuca, che in carriera ha difeso i pali di Sampdoria ed Inter, oltre che della nazionale italiana, e che a proposito di Donnarumma afferma: "E' un ragazzo straordinario, ha una qualità incredibile e francamente io gli auguro con tutto il cuore di fare la stessa carriera di Buffon, ma onestamente la vedo difficile come possibilità. Spero possa vincere anche solo la metà di quanto conquistato dal portiere della Juventus, ma non sarà facile. Donnarumma è senza dubbio il portiere migliore dopo Buffon, ma da qui a pensare che faccia lo stesso percorso ce ne vuole".