17 settembre 2019
Aggiornato 02:00

Ancelotti su Berlusconi: “Auguri presidente e grazie di tutto”

Affettuoso messaggio dell’ex calciatore ed allenatore del Milan, oggi al Bayern Monaco

MONACO DI BAVIERA - Anche Carlo Ancelotti, attuale allenatore del Bayern Monaco ma in passato grande campione ed allenatore del Milan, si unisce al coro degli auguri per gli 80 anni di Silvio Berlusconi: «Il presidente merita i migliori auguri per il suo compleanno - afferma Ancelotti - e per me sarà sempre il mio presidente. Quando arrivai al Milan dalla Roma, mi scontrai con lui: mi telefonò e mi disse: «Ma lei è in grado di giocare più di venti minuti a partita?». Io gli risposi: «Sì, e presto se ne accorgerà». Venivo da tanti infortuni ma ero certo che avevo recuperato la funzionalità delle mie ginocchia, per fortuna Berlusconi ha avuto fiducia in me e in Sacchi che mi aveva fortemente richiesto. Da allenatore, invece, si sono dette tante cose sul fatto che ad esempio lui mi facesse la formazione, ma non è vero, lui chiedeva solo un gioco propositivo e spettacolare, voleva che il Milan giocasse con due punte e un fantasista, io in alcuni casi aggiravo il problema presentando nella lista dei convocati Kakà come attaccante e poi lo facevo giocare sulla trequarti assieme a Rui Costa alle spalle di Shevchenko».