27 settembre 2021
Aggiornato 10:00
Calcio

Sconcerti: “Montella vuole qualità a centrocampo”

Il noto giornalista e scrittore spiega come il neo tecnico del Milan desideri una linea mediana talentuosa per far esprimere alla squadra un gioco legato al possesso palla e alla propositività

MILANO - Mario Sconcerti, famoso giornalista, scrittore e conduttore televisivo, analizza la situazione del Milan dopo l’approdo in panchina di Vincenzo Montella, tecnico già seguito nelle scorse stagioni da Berlusconi e Galliani: «La caratteristica migliore di Montella è quella di essere un allenatore che pone subito dei rimedi - afferma Sconcerti - e risolve i problemi. Poi magari nel tempo non si notano tanti miglioramenti, ma è un grado di costruire immediatamente un gioco con molta qualità partendo da calciatori di qualità, specialmente a centrocampo; la priorirà del tecnico campano è quella di formare una linea di centrocampisti con talento e qualità, è proprio ciò che chiederà a Galliani in sede di calciomercato». Il nome di Montella, rispetto a Brocchi e soprattutto a Giampaolo, ha leggermente migliorato l’umore dei depressi tifosi milanisti, anche se l’idee di Emery e De Boer erano di gran lunga più stuzzicanti; se però l’ex tecnico della Sampdoria dovesse convincere Galliani, Berlusconi e/o i nuovi proprietari del Milan a restituire quella qualità che nel centrocampo rossonero manca da oltre 5 anni, entrerebbe di diritto nelle grazie di un popolo abituato al talento e costretto a convivere con la povertà.