7 dicembre 2019
Aggiornato 17:00

Pedullą: “L’Inter piomba su Witsel”. E’ l’ennesimo smacco al Milan

Secondo il noto giornalista, esperto di calciomercato, i nerazzurri starebbero sondando con attenzione il belga, seguito ma mai veramente trattato dai cugini rossoneri, sempre immobili sul fronte acquisti

MILANO - Alfredo Pedullà,  popolare cronista sportivo e noto esperto di calciomercato, ha rivelato come su Axel Witsel, talento belga in uscita dallo Zenit San Pietroburgo ed oggetto del desiderio di mezza Europa, si stia facendo sotto con determinazione anche l’Inter, viste le difficoltà di arrivare a Yaya Tourè. Secondo Pedullà, i contatti fra il club nerazzurro, l’entourage di Witsel e lo Zenit si sarebbero intensificati e la volontà del belga di sbarcare in serie A potrebbe accelerare la definizione di una trattativa lampo che porterebbe all’Inter uno dei migliori centrocampisti del mondo. Alla faccia del Milan, sempre più fermo sul mercato, sempre più in confusione e sempre più intenzionato (o costretto?) a ripiegare su una campagna acquisti di basso profilo, con allenatori e calciatori modesti, per un organico sempre più orientato a cercare di non finire in serie B. Proprio quel Milan che insegue Witsel da oltre un anno, non andando mai oltre goffe richieste di prestiti o offerte assolutamente irrilevanti che hanno irritato tanto lo Zenit quanto il calciatore, desideroso di tentare l’avventura italiana, ma non certo disposto ad accettare una destinazione al risparmio e senza obiettivi come il Milan. Se Witsel finisse all’Inter, inoltre, i nerazzurri befferebbero i dirimpettai cittadini per l’ennesima volta negli ultimi anni, dopo la vittoria nella corsa a Kondogbia (che poi non ha reso per quanto ci si aspettava, ma ha pur sempre preferito l’Inter al Milan) e i freschi acquisti dell’Inter di Banega ed Ansaldi, entrambi accostati anche al Milan che poi, come ormai di consuetudine, ha temporeggiato al punto di farseli soffiare sotto il naso. Galliani continua a pressare Berlusconi per regalare la panchina milanista a Marco Giampaolo e portare a Milanello mezzo Empoli, l’Inter si muove sul mercato internazionale dopo l’avvento in società dei cinesi, quegli stessi cinesi che al Milan ancora non si vedono: lontani, lontanissimi i tempi in cui a Milano le barzellette erano tutte a sfondo nerazzurro.