26 giugno 2022
Aggiornato 08:00
Calcio

Sky Sport frena: “Ibrahimovic al Milan? 1% di possibilità, a meno che i cinesi….”

L’emittente satellitare sembra scettica circa il ritorno dello svedese a Milanello, nonostante le aperture del calciatore e del suo entourage. Decisivo il cambio di proprietà in casa rossonera

MILANO - Ieri la conferenza stampa in Svezia in cui non ha ufficializzato la sua prossima destinazione, oggi le continue voci che si rincorrono circa il suo approdo al Manchester United assieme a Mourinho. Zlatan Ibrahimovic prosegue a fare il misterioso e non annuncia dove giocherà l’anno prossimo, pur confermando le voci di interessamenti da Inghilterra, Italia, Cina e Stati Uniti. Il Milan, che riporterebbe volentieri Ibrahimovic in rossonero, resta defilato ma continua a sperare; fanno bene i sostenitori milanisti a credere nel ritorno dell’attaccante svedese? Secondo la redazione di Sky Sport le possibilità sono molto basse: «Ibrahimovic non ha svelato nulla circa la sua prossima squadra - afferma ad esempio il giornalista Mario Giunta - ma io non vorrei illudere i tifosi del Milan che sperano tanto nel ritorno dello svedese a Milanello. Direi che le percentuali di un Ibra-bis al Milan sono vicine all’1%, i rossoneri non possono garantirgli né un ingaggio top e nemmeno la disputa delle coppe europee, mentre ad esempio il Manchester United (con cui comunque accordi non ce ne sono ancora) offre ad Ibrahimovic quasi 15 milioni di euro l’anno e almeno la possibilità di giocare la Coppa Uefa. Certo, se al Milan arrivassero i cinesi in tempi brevi, la situazione potrebbe cambiare e proprio Ibrahimovic potrebbe essere il biglietto da visita dei nuovi proprietari verso i tifosi».

Corsa contro il tempo

Occorre far presto, dunque, se quel piccolo 1% è reale, il Milan deve provare a giocarselo anche disperatamente; la cordata cinese è in pressing su Berlusconi che finalmente si è deciso a vendere rendendosi conto di non poter più aggiungere nulla al suo Milan se non le sventure degli ultimi quattro anni. Ibrahimovic forse aspetterà ancora qualche settimana prima di accettare altre destinazioni, ma se a Milanello davvero vogliono riabbracciare il più grande campione della storia rossonera, è necessario accelerare i tempi della cessione e programmare un futuro ben definito per convincere lo svedese a ridurre le pretese economiche per tornare al Milan, stuzzicato però da un progetto ambizioso e non dal caos attuale.