27 novembre 2021
Aggiornato 12:00
Calcio

Bartoletti: “La società Milan merita un bel 4 in pagella”

Impietoso anche il noto giornalista, ennesima voce che si unisce al coro di critici nei confronti della presidenza rossonera, derisa ormai da tutta Europa

MILANO - Il Milan è tecnicamente fallito. Questo è un fatto e a nulla servono i tentativi degli ultimi difensori della presidenza rossonera che stanno tentando in ogni modo di arroccarsi dietro l’ormai sbriciolata fortezza che un tempo aggrediva e batteva gli avversari italiani ed europei. Oggi questo è solo uno sbiadito ricordo, l’armata rossonera viene regolarmente sovrastata anche dal più piccolo ed indifeso esercito (leggi Hellas Verona), nonostante i generali milanisti continuino a vedere i loro soldati come i migliori del mondo. Il Milan è una ex società di calcio, rimane il nome, la maglia, l’iscrizione e la partecipazione al campionato, ma nulla più; calciatori gettati allo sbaraglio, allenatori costretti a centrare obiettivi oggettivamente irraggiungibili e poi cacciati a pedate e bollati come incapaci: prima Allegri, poi Seedorf, quindi Inzaghi e Mihajlovic, al più tardi fra qualche mese, Brocchi, ultimo agnello sacrificale di un altare un tempo sfarzoso e oggi polveroso e vetusto. Marino Bartoletti, noto ed apprezzato giornalista, ex direttore del Guerin Sportivo e di Calcio2000, ha così commentato l’andamento del Milan nell’ennesima stagione disgraziata: «Il Milan come società merita un 4 in pagella, ed è pure aumentato per eccesso, diciamo un 4 di stima. La gestione dirigenziale dei rossoneri è ormai una comica, inutile prendersela con Brocchi, inutile aver cacciato Mihajlovic». Ancora qualche anno e il Milan lotterà per non retrocedere, ancora qualche anno e nessun tecnico accetterà più la panchina milanista.