19 ottobre 2019
Aggiornato 14:00

Cerruti: “Come si poteva pensare che il Milan arrivasse terzo?”

Il noto giornalista della Gazzetta dello Sport ridimensiona le velleità dei rossoneri, lontani anni luce dal ritorno nell’Europa dei grandi

MILANO - La stagione 2016-2017 sarà la terza consecutiva senza il Milan in Coppa dei Campioni, proprio quel Milan che di coppe dalle grandi orecchie ne ha sollevate 7, nessuno come i rossoneri in Italia, meglio in Europa solo il Real Madrid con 10. Eppure da anni ormai il Milan non riesce a tornare grande, anzi, non riesce a tornare in Europa, neanche in Coppa Uefa, arrancando intorno alla metà della classifica in serie A, cambiando tecnico ogni anno ed acquistando calciatori mediocri che nulla fanno (e possono fare) per innalzare il livello della squadra. Eppure Berlusconi e Galliani continuano a definire l’organico milanista uno dei migliori in Italia, eccitando quei pochi tifosi che ancora credono a Babbo Natale, parlando di terzo posto. Chi conosce un minimo il calcio, invece, non si fa ingannare, come Alberto Cerruti, esperto ed apprezzato giornalista della Gazzetta dello Sport, che ha affermato: «Io al terzo posto del Milan non ho mai creduto, né prima e né durante il campionato». In effetti, pensare che questo Milan potesse classificarsi prima di una fra Juventus, Napoli e Roma, era francamente grottesco.