28 febbraio 2020
Aggiornato 01:00
Calcio | Milan

Ielpo: «Crisi del Milan? Colpa della società»

L’ex portiere rossonero individua nella dirigenza il motivo principale della deludente stagione milanista

MILANO - Mario Ielpo, portiere del Milan di Fabio Capello alle spalle di Sebastiano Rossi, ha analizzato la difficile prima parte di stagione della squadra rossonera di Sinisa Mihajlovic, provando a spiegare i motivi di una  crisi sempre più profonda: «Esonerare Mihajlovic? Assurdo ed inutile, questo Milan al massimo può arrivare al quinto posto ed è un traguardo che può raggiungere anche col tecnico serbo alla guida. I problemi, secondo me, sono altrove, sono in società, Berlusconi si occupa della squadra non a tempo pieno, la dirigenza non ha la fermezza di un tempo e si commettono errori su errori. Se il Milan non è competitivo, la colpa è in alto e non in panchina».