5 giugno 2020
Aggiornato 02:30
Calcio | Milan

Sconcerti sul Milan: «La vecchia linea societaria non funziona più»

Il celebre giornalista e scrittore punta il dito contro la dirigenza milanista, rea di non aver evoluto la gestione della squadra e degli allenatori dopo anni di vittorie

MILANO - Mario Sconcerti, giornalista, scrittore ed anche conduttore televisivo per Sky Sport, analizza la difficile ed ormai consueta situazione di crisi del Milan, reduce da due pareggi contro Carpi e Verona, nonché arrancante a metà classifica con distanze siderali dai posti che portano in Europa: «Lo dico da tempo, Mihajlovic non era il tecnico giusto per la linea e la conduzione societaria del Milan - ha affermato Sconcerti - perché non è allenatore che si faccia fare la formazione dal presidente. Inoltre penso che la gestione dirigenziale del Milan adottata per oltre vent’anni non vada più bene, non è detto che se per tutta la gestione Berlusconi hanno funzionato i tecnici fatti in casa, allora anche oggi si possano ottenere risultati così. I tempi sono cambiati, Berlusconi può anche mandar via Mihajlovic come ha fatto con Allegri, Seedorf e Inzaghi, ma dovrebbe capire che la conduzione patriarcale del Milan è ormai finita, non è più il 1994, non è più il vecchio Milan e non è più il vecchio calcio».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal