5 giugno 2020
Aggiornato 11:30
Prove libere bagnate per la MotoGP ad Austin

Rossi galleggia sulla pioggia texana: «Soddisfatto»

Il Dottore è solo sesto al termine di un venerdì folle, ma le indicazioni sembrano promettenti: «Nonostante il bagnato, con cui di solito non siamo forti». Più in crisi il compagno di squadra Jorge Lorenzo, alle prese anche con il raffreddore

AUSTIN – Dopo una vittoria inaspettata in Qatar, non poteva che arrivare un venerdì folle ad Austin. Folle per la pioggia, che nel deserto del Texas non è certo una presenza familiare, eppure ha inondato la pista al mattino e l'ha lasciata umida anche al pomeriggio. Folle per l'assenza di personale in pista che ha rimandato di quasi un'ora l'inizio della prima sessione di prove libere. E folle perfino per la presenza di un cane che scorrazzava libero per la pista, costringendo i pochi commissari presenti ad esporre la bandiera rossa dopo pochi minuti. Valentino Rossi risponde con il suo solito sorriso: «Molto strano vedere la pioggia qui in Texas, ma ancor più strano vedere un cane che corre sul tracciato!».

ROSSI PUNTA AL PODIO – Il capoclassifica archivia la giornata con risultati interlocutori: un quarto posto sull'asfalto bagnato del mattino e un sesto conquistato in extremis al pomeriggio. Ma le sensazioni sono più positive di quanto lascino pensare i numeri. «Ci aspettavamo la pioggia ed è arrivata – racconta – Aver potuto girare sul bagnato è stato positivo, perché in passato raramente siamo stati forti con la pioggia e in queste condizioni cambia tutto. Siamo piuttosto soddisfatti, l'aderenza della pista è buona e anche il feeling con la moto. Anche se abbiamo ancora molto lavoro da fare, è un buon modo per iniziare il weekend». Un weekend che, almeno sulla carta, favorisce il rivale numero uno Marc Marquez, che qui non ha mai perso da quando il circuito fu inserito nel calendario del Mondiale nel 2013. «Su questa pista è sempre molto forte – ammette Vale – Non solo il tracciato si adatta alla Honda, ma soprattutto a lui». L'obiettivo, dunque, per ora resta realistico: quello del podio. Ma non dimentichiamoci che anche due settimane fa a Losail il fine settimana cominciò così...

LORENZO IN CRISI – Peggio è andata la prima giornata di prove libere per il suo compagno di squadra Jorge Lorenzo, solo nono al mattino e addirittura fuori dalla top ten al pomeriggio, staccatissimo dai migliori: «Abbiamo girato per la prima volta sul bagnato qui ad Austin perciò è stato interessante vedere il comportamento della moto e l'aderenza in queste condizioni – spiega – Ad essere onesti non era così male, il problema è che in alcune curve c'erano chiazze di bagnato che ci hanno reso la vita difficile. Io sono stato il peggiore dei piloti Yamaha perciò mi servirà un po' di tempo per raggiungere il massimo livello. Non avevo fiducia sul bagnato, devo migliorare un po' l'aderenza al posteriore, e ho anche un po' di influenza. Purtroppo le previsioni meteo non hanno buone notizie per noi, ma il weekend è ancora molto lungo».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal