19 novembre 2019
Aggiornato 18:30
Golf | PGA Tour

Tiger Woods torna in campo

Dopo tre mesi di riposo forzato. Woods, che si è imposto per cinque volte in quindici edizioni dell'evento, ha recentemente lasciato il coach Sean Foley per affidarsi a Chris Como.

WINDERMERE - Dopo tre mesi di riposo forzato torna in campo Tiger Woods nell'Hero World Challenge (4-7 dicembre), gestito dallo stesso numero uno mondiale, che avrà luogo sul percorso dell'Isleworth Golf & Country Club, a Windermere in Florida. Il field comprende diciotto giocatori, tutti di ottima caratura: insieme a Woods saliranno sul tee di partenza Zach Johnson, campione uscente, Keegan Bradley, Rickie Fowler, Billy Horschel, Chris Kirk, Matt Kuchar, Hunter Mahan, Patrick Reed, Steve Stricker, Jimmy Walker, Bubba Watson, Jordan Spieth, portatosi all'11° posto nel World Ranking con il successo di domenica scorsa nell'Australian Open, lo svedese Henrik Stenson, il nordirlandese Graeme McDowell, il giapponese Hideki Matsuyama, l'inglese Justin Rose e l'australiano Jason Day.

Woods, che si è imposto per cinque volte in quindici edizioni dell'evento, ha recentemente lasciato il coach Sean Foley per affidarsi a Chris Como: «Il mio swing - ha detto - è nuovo, ma in realtà ricalca quello vecchio. Con Como abbiamo rivisto tanti video, sin da quando ero un junior, e in alcune stagioni il mio movimento era veramente bello. Tiravo la palla molto bene e con grande potenza, quasi impensabile per quanto ero magro. Stiamo appunto cercando di ottenere quel genere di colpo che mi è famigliare. Pertanto non ci sono state revisioni importanti, come era avvenuto con i tre allenatori precedenti. Ho solo bisogno di trovare la ripetitività e questo avviene con la pratica e con la competizione. Quindi siamo al primo test». Sono in palio 3.500.000 dollari: il vincitore riceverà un milione di dollari.