5 giugno 2020
Aggiornato 15:30
Calcio - Serie A

Uefa, Inter a rapporto per il fair play finanziario

Una delegazione nerazzurra guidata dal presidente Thohir ha incontrato a Nyon si è sottoposta al vaglio dell’Organo di Controllo Finanziario dell’Uefa. Il numero uno dell’Inter si è detto soddisfatto dell’incontro: «Il fair play rafforzerà il calcio europeo.

NYON - Si sono rese necessarie oltre due ore di colloquio tra i nuovi vertici dell’Inter (il presidente Erick Thohir, il Ceo Bolingbroke, il Cfo Williamson e il dg Fassone) e la commissione inquirente della Uefa, per stabilire la posizione del club milanese riguardo il fair play finanziario.

L’Inter è stata la terza società, dopo Roma e Liverpool, ascoltata dall’Uefa su un argomento tanto delicato, sui motivi per i quali il tetto ammesso di spese è stato sforato e sui programmi per rientrare nei limiti consentiti. A seguire sul «banco degli imputati» è salito il Monaco.

TOHIR: CREDIAMO NEL FAIRPLAY FINANZIARIO - «Il fair play finanziario è un messaggio positivo in cui crediamo, rafforzerà il calcio europeo. È stato importante poter condividere il nostro progetto con la Uefa - spiega il presidente Thohir -. Il nostro business-model, la gestione e la struttura aziendale mirano a portare il club a diventare auto-sostenibile nel prossimo futuro e in linea con i requisiti del fair play finanziario. Il calcio è cambiato: la Uefa chiede alle società di auto-sostenersi».

L'incontro è stato fondamentale per consentire all’Inter di presentare il proprio piano di rientro: «La nomina di un team di dirigenti esperti e con un percorso professionale provato e di successo - prosegue il presidente - ha costituito un passo importante. Questi dirigenti beneficiano anche di una forte vocazione internazionale e della competenza degli azionisti del club».

BOLINGBROKE: L’INTER TORNERÀ TRA I PRIMI 10 CLUB AL MONDO - Al termine della lunga riunione ha espresso il proprio parere anche il CEO nerazzurro Michael Bolingbroke, entrato nel dettaglio della strategia: «Il cuore è di espandere il business aumentando i profitti attraverso investimenti ben mirati e di generare nuovi flussi di reddito insieme a una ancor più profonda espansione del brand in tutto il mondo. Sono convinto che l'Inter abbia un piano ben strutturato che ci porterà ad essere di nuovo tra i 10 migliori club al mondo, sul campo e fuori dal campo».

NESSUNA COMUNICAZIONE DELL’UEFA FINO A DICEMBRE - Nessuna indiscrezione è trapelata da fonti Uefa, perché come è noto, il principale organismo calcistico continentale non fornisce informazione riguardo al contenuto degli incontri. Il portavoce di Platini ha però comunicato che l’Uefa non comunicherà più sulla questione del fair-play finanziario fino a dicembre. E per quella data «Non è detto che verranno prese decisioni. Dipenderà dalle varie situazioni e soprattutto sarà fondamentale distinguere la questione del mancato pagamento ai dipendenti e fornitori da quella sul non raggiunto equilibrio di bilancio».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal