30 marzo 2020
Aggiornato 11:00
Calcio

Ultrà Roma: «Colpiti per la morte di Ciro, ma non rinneghiamo un fratello»

Dichiarazioni censurabili da parte della frangia più estrema del tifo giallorosso: «Resteremo sempre vicini ad un figlio della Curva Sud, questo ci ha insegnato la strada».

ROMA - «La Curva Sud rimane e rimarrà sempre al fianco di un suo figlio. Non rinnegheremo mai un nostro fratello, giusto o sbagliato che sia, questo ci ha insegnato la vita, questo ci ha insegnato la strada». Inizia così il comunicato degli ultras giallorossi pubblicato sul sito asromaultras.org, nel quale confermano la loro vicinanza a Daniele De Santis, tifoso della Roma accusato dell'uccisione del tifoso del Napoli Ciro Esposito, colpito con un colpo d'arma da fuoco qualche ora prima dell'ultima finale di Coppa Italia. «Rimaniamo comunque colpiti e addolorati dal tragico epilogo di questa brutta vicenda e ci stringiamo al dolore della famiglia di Ciro Esposito. La morte non ha colori né bandiere», conclude il comunicato.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal