26 gennaio 2020
Aggiornato 19:00
Londra 2012

Per la prima volta due donne saudite alle Olimpiadi

Stando a quanto annunciato oggi dal Comitato olimpico internazionale (Cio), si tratta della judoka Wodjan Ali Seraj Abdulrahim Shahrkhani e di Sarah Attar, che correrà negli 800. Sarà la prima volta anche di atlete del Qatar e del Brunei

PARIGI - Per la prima volta nella storia anche due atlete saudite parteciperanno alle prossime Olimpiadi di Londra. Stando a quanto annunciato oggi dal Comitato olimpico internazionale (Cio), si tratta della judoka Wodjan Ali Seraj Abdulrahim Shahrkhani e di Sarah Attar, che correrà negli 800.

ROGGE: UNA BELLA NOTIZIA - «Questa è una bella notizia e noi siamo molto felici di dare il benvenuto a queste due atlete a Londra nelle prossime settimane», ha detto il Presidente del Cio, Jacques Rogge.

LE NORME DEL REGNO - All'inizio di luglio, il principe Nawaf bin Faisalle ha dichiarato ad al Jazeera che le atlete saudite devono rispettare le norme del regno, ossia vestire modestamente, essere accompagnate da un uomo e non mischiarsi agli atleti durante i Giochi.

ATLETE ANCHE DAL QATAR E DAL BRUNEI - Arabia Saudita, Qatar e Brunei erano gli unici tre Paesi a non aver mai mandato atlete donne alle Olimpiadi, fino ai Giochi di Londra. «Con le atlete saudite che si vanno a unire alle loro compagne di Qatar e Brunei, significa che ai Giochi di Londra 2012 tutti i comitati olimpici nazionali hanno mandato donne», ha sottolineato Rogge.