18 novembre 2019
Aggiornato 02:30

Capello a Mosca per diventare ct della nazionale

Capello sarebbe la prima scelta per prendere in consegna la squadra e condurla alla Coppa del Mondo 2014, dopo che Dick Advocaat si è dimesso, o meglio è stato invitato a dimettersi dall'entourage del leader del Cremlino Vladimir Putin

MOSCA - La Russia delusa dagli Europei di calcio vuole l'ex coach della nazionale inglese e storico allenatore del Milan e della Roma, Fabio Capello, come nuovo trainer della nazionale. Capello sarebbe la prima scelta per prendere in consegna la squadra e condurla alla Coppa del Mondo 2014, dopo che Dick Advocaat si è dimesso, o meglio è stato invitato a dimettersi dall'entourage del leader del Cremlino Vladimir Putin.

CAPELLO A MOSCA - «Se arriverà a me o al mio agente una telefonata da Mosca, prenderò in esame l'offerta» ha detto Capello, che ha febbraio ha lasciato la panchina dell'Inghilterra, secondo Sport Express, testata russa di rilievo in ambito sportivo. Mentre l'esperto di calcio russo Andrei Malosolov sostiene sul suo Twitter che Capello arriverà già oggi nella capitale per negoziare e l'agente Shumi Babayev dice che accetterà.

L'IPOTESI MILAN - Un colpo di scena dopo un'altra soffiata a sorpresa diffusa dalla stampa italiana ad aprile, quando si leggeva che Silvio Berlusconi puntava a un ritorno di Capello nel suo Milan, in dirigenza, al fianco dell'amministratore delegato Adriano Galliani. Ora a quanto pare l'amico Vladimir (Putin), o chi per lui, ha pensato a Don Fabio sulla panchina della nazionale russa. A distanza di quasi due decenni dai trionfi rossoneri. L'ex ct dell'Inghilterra quest'anno era stato proposto anche per la guida dell'Anzhi, la squadra caucasica dell'oligarca Kerimov, ma la scelta è poi caduta su Guus Hiddink, ex coach della Russia.