19 ottobre 2019
Aggiornato 13:30

Guardini, che riscatto!

Lo sprinter della Farnese-Vini si è imposto sul campione del Mondo Cavendish in volata. In classifica non è cambiato nulla, con lo spagnolo Joaquin Rodriguez (Katusha) sempre in maglia rosa

VEDELAGO - Per la serie 'gli ultimi, saranno i primi'. Andrea Guardini, sprinter della Farnese-Vini, ultimo ieri nell'infernale tappa dolomitica con arrivo a Cortina d'Ampezzo, si è rifatto nella 18a frazione di questo 95esimo Giro d'Italia da San Vito di Cadore a Vedelago, bruciando Mark Cavendish in volata. Guardini si è imposto d'autorità sul campione del Mondo in maglia rossa (Team Sky), su Roberto Ferrari (Androni Giocattoli) e sul sudafricano Robert Hunter (Garmin).

RODRIGUEZ SEMPRE IN ROSA - In classifica non è cambiato nulla, con lo spagnolo Joaquin Rodriguez (Katusha) sempre in maglia rosa con 30sec. di vantaggio sul canadese Ryder Hesjedal (Garmin) e 1'22sec. su Ivan Basso (Liquigas). Quarto Michele Scarponi (Lampre-Isd) a 1'36sec.. Dopo questa frazione tranquilla, di scarico dopo le fatiche di ieri sulle Dolomiti, domani il Giro torna a farsi impegnativo nella 19esima tappa, 198 chilometri da Treviso ad Alpe di Pampeago, con arrivo in quota.