12 luglio 2020
Aggiornato 05:30
Diario del Calcio

Berlusconi: Tornerò a essere il Presidente del Milan

Lo annuncia il Cavaliere durante la presentazione libro Alfano. Moratti: «Lo scudetto 2006? Non lo regalo». Irlanda, Trapattoni prolunga il contratto. RAI: su trasmissioni sportive trattative con la Lega Calcio

ROMA - Silvio Berlusconi tornerà a rivestire l'incarico di Presidente del Milan. E' stato lo stesso Cavaliere ad annunciarlo durante la presentazione del libro di Angelino Alfano.

Moratti: «Lo scudetto 2006? Non lo regalo» - «Restituire lo scudetto del 2006? Va bene che siamo vicino a Natale, ma non credo che Agnelli pretenda che gli faccia quel regalo». Massimo Moratti risponde con una battuta a chi gli chiede con quale spirito il 14 dicembre si siederà al «tavolo della pace» organizzato dal Coni, a cui prenderà parte anche il presidente della Juve, Andrea Agnelli.
«Credo che quello sia qualcosa di cui sinceramente si può parlare come si può parlare in un bar - afferma il numero uno nerazzurro - ma non sono quelli i tavoli in cui si decide se qualcuno ha avuto per fortuna o per sfortuna un certo tipo di atteggiamento, di comportamento, e qualcun altro no. Certo quel tavolo può solo servire per dire 'va bene, facciamo finta di dimenticarci di tutto e andiamo avanti'. E questo lo posso dire io, soprattutto».
«L'incontro del 14 dicembre è nato su invito del presidente del Coni - continua Moratti - anche se è stato chiamato come l'hanno chiamato precedentemente altri e con altri scopi. Un invito a incontrarsi tra noi presidenti responsabili diretti di squadre di calcio. Lo scopo? Per conto mio lo scopo deve essere costruttivo». Il presidente spiega poi le differenze con il tavolo proposto in precedenza da Andrea Della Valle. «Cambia lo scopo - dice il patron nerazzurro - perché allora l'invito era a un tipo di tavolo in cui io ero l'imputato innocente però ero l'imputato. Questo è un tavolo che non credo proprio abbia questo tipo di impostazione, anche perché come era assurda allora sarebbe assurda adesso».
In chiusura Moratti si sofferma sul fair play finanziario. «E' una cosa che sembra riguardare solo l'Inter? Io credo che il fair play finanziario capiterà sulla testa di tutti - ammonisce il presidente -. Non si può essere così stonati da pensare che il calcio possa comportarsi diversamente. Però abbiamo sempre dei doveri e lo terrò presente al momento giusto».

RAI: su trasmissioni sportive trattative con la Lega Calcio - In merito alle notizie riportate oggi da alcuni organi d'informazione sulla presunta chiusura di trasmissioni sportive legate al calcio, la Rai precisa che sono ancora in corso complesse trattative con la Lega Calcio.

Irlanda, Trapattoni prolunga il contratto - Giovanni Trapattoni guiderà l'Irlanda anche nelle qualificazioni al Mondiale 2014. Il tecnico 72enne ha prolungato di altri due anni il contratto con la federazione irlandese, in scadenza al termine dell'Europeo. Il rinnovo dell'allenatore di Cusano Milanino era nell'aria, dopo la schiacciante vittoria contro l'Estonia che ha consegnato a Keane e compagni il pass per Euro 2012, miglior risultato della nazionale dell'isola di smeraldo dopo quello ai Mondiali 2002.
«Sono molto felice di continuare il mio lavoro con la Fai - ha dichiarato Trapattoni - Ho sempre detto che io e Tardelli crediamo molto nel lavoro che stiamo facendo per far crescere la nazionale irlandese. E' un grande onore e un privilegio stare su questa panchina, e siamo felici di poter continuare questa esperienza». Il ct, sbarcato in Irlanda nel 2008, ha saputo cambiare lo spirito della squadra: una fase finale dell'Europeo per la prima volta dopo dieci anni e il ventunesimo posto nel ranking mondiale erano risultati assolutamente insperati prima del suo arrivo in panchina.